Ricordi

Io vivo di ricordi. 

Per me la memoria è l’arte necessaria di non perdere pezzi. 

Ricordo me stessa bambina, le mie nonne, i miei nonni, i miei piccoli mondi fatti di formiche e semi di platano, di gatte gentili e di mucche occhialone, di capre e galline. 

Bambina fortunata, che evitando l’asilo conobbe la campagna. 

E poi i ricordi vanno su su, la confusione terribile delle scuole medie, il ribollire esistenziale di una farfalla che non voleva uscire, che voleva restare pupa.

Poi  l’amore e la politica, via del toro, via santa giustina, poi pisa e darwin e la fuga, la fuga lontano, per provare a perdermi.

E aver voglia di tornare, piangendo, su un bus di lussemburgo e invece partire di nuovo, per dresda, dove, forse, un poco sono restata. 

E poi lui, il principe, HDC, le gatte, di nuovo qua. 

Ecco. 

Tutte queste vite.

Da ricordare.

Oggi. 

Nel nome di chi la vita la perse, brutalmente, assassinati dalla barbarie. 

A tutti i bimbi che non sono potuti crescere.

A tutte le ragazzine che non hanno fatto in tempo a ricevere un bacio. 

Alle giovani donne alle quali hanno tolto il futuro. 

Alle madri, che hanno perduto tutto.

Nella notte buia della barbarie. 

Perché non accada mai più. 

Perché la memoria dovrebbe servire a evitare che altra barbarie si ripeta. 

Dovrebbe. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Ricordi

  1. donna allo specchio ha detto:

    spledindo post!! grazie!!
    non posso che ripetere le tue parole, io che non avrei saputo esprimerle meglio e farle mie

    Perché non accada mai più.

    Perché la memoria dovrebbe servire a evitare che altra barbarie si ripeta.

    Dovrebbe.

    Poi penso a quel ragazzo di colore che è annegato a Venezia, sotto le urla e le risatine dei coglioni razzisti di turno. E ho voglia di prenderli a sprangate quei coglioni (si c’è una parte nazi in me) . E fargli fare loro la stessa fine. E poi prendere la cittadinanza francese perchè sono schifata da alcuni miei connazionali (sapendo che una parte dei francesi non sarà da meno).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...