Cuscini

Ho messo due cuscini, a sinistra e a destra del piccolo, perché non cadesse dal letto dove si era addormentato. 

E ho rivisto mia nonna, mentre mi preparava il “cuccioro”: un pezzo di letto, recintato da cuscini, che lei diceva mio, tutto mio, per la sua bimbina, che l’adorava come una dea. 

Il cuccioro veniva preparato per il sonno del pomeriggio, rito sacro a casa dei miei nonni materni. 

In un lettino mia nonna insieme a me, nell’altro mia zia, classe 1903, bigodini, cipria e baffi da cavaliere.

Per me il paradiso in terra. 

Mi raccontavano storie bellissime, odoravano entrambe di canfora, colonia e panca di chiesa.

Sotto il letto, in una vecchia cassetta della frutta, le riviste che un’altra zia passava loro già lette: “confidenze”, “annabella”, “gente”.

Che leggevo, quando mi annoiavo perché non riuscivo a dormire. 

Gli armadi della “camerina” (così si chiamava la camera di mia zia) erano foderati con la stessa carta delle pareti: grandi euforbie dai toni celesti, delle quali amavo cercare le ripetizioni della fantasia e ritracciare la riga delle strisce. 

Era un piccolo mondo, abitato da due donne che avevano lavorato duro in fabbrica tutta la vita e che amavano coccolare una bambina, che non aveva nessuna fretta di diventar grande. 

Per quella bimba, un cuccioro e una nonna accanto erano la cosa più bella del mondo. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Cuscini

  1. AD Blues ha detto:

    All’odore di “panca di chiesa” mi hai fatto veramente rotolare dalle risate ;)
    Grazie, stamani mi ci voleva proprio!

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...