Il pallone

Immaginate un ufficio come tanti. 

Immaginate un autunno piovoso, in bianco e nero, col cielo carico di nuvole.

Immaginate una finestra. 

e fuori dalla finestra lui. 

Un pallone. 

Color arcobaleno. 

In mezzo al prato depresso dalla pioggia.

Un pallone così, addormentato, lasciato lì da qualche gioco di bimbo, quando ancora le giornate erano calde. 

Un pallone normale, messaggero di vita normale, fatta di cortili, scartino, palleggi, rigori.

E guardare il pallone è un po’ poterlo prendere, lanciarlo in aria, farlo rimbalzare per terra, girarlo su un dito come i campioni delle pubblicità degli anni ottanta. 

Anche guardarlo basta per ridere, immaginare di uscire, organizzare una partita, così, nella pausa caffè, sotto gli occhi sbigottiti dei colleghi. 

Un pallone, che rimette in ordine le priorità della vita. 

Vero thelma? ;-)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il pallone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...