il paradosso della democrazia

quando ci raccontano di come il nostro paese ha conosciuto la democrazia mi commuovo sempre come una scema.

sono sempre storie di giovani pieni di grandi ideali, partigiani, soldati, intellettuali, politici, che sono morti, o hanno fatto il carcere, o hanno comunque sacrificato gli anni migliori della vita, se non una vita intera, per la democrazia.

e la democrazia, conquistata da questa gente alta, bella dentro e fuori, viene consegnata al popolo, affinché la utilizzi, per la propria regolamentazione, per la vita comune, per la gestione della cosa pubblica.

e immagino che per ogni paese la storia più o meno si ripeta. gli ideali di democrazia, di libertà, una testa un voto, di universalità, di diritti per tutti, senza distinzioni di censo, di sesso, di colore della pelle, vengono sempre conquistati da una piccola massa di idealisti che pensano di poter consegnare alla gente questo meraviglioso sogno.

un sogno che viene fatto a pezzi, sbranato, strappato da quella stessa gente per la quale la democrazia era stata conquistata.

questo perché la democrazia ha bisogno di una maturità civile che il popolo non ha, che forse non avrà mai, ma non è possibile fare diversamente, perché fa parte del concetto stesso di democrazia.

la democrazia contiene in se stessa la possibilità della sua fine, la libertà di sopprimerla, di sfregiarla, di usarla come un treno per ducetti da strapazzo e i loro sostenitori.

gli antidemocratici possono esistere grazie ai democratici, la democrazia permette in quanto tale di mandare al potere chi, con la democrazia stessa, si pulisce gli stivali.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a il paradosso della democrazia

  1. marina ha detto:

    Condivido dalla prima all’ultima parola…come sempre sai centrare il punto con parole efficacissime..Tristi giorni ” ci” aspettano. Buona giornata a te, al piccolo e al babbo grande :). Marina

  2. pensierini ha detto:

    Non sono del tutto d’accordo, non è colpa del sistema democratico, almeno non tutta. I progressisti di tutto l’Occidente sono diventati arroganti e autorefernziali e, cosi’ facendo, hanno perso il contatto col popolo e con i suoi bisogni. Dai un’occhiata a questo articolo: me l’ha segnalato mio figlio, che da mesi gira con l’adesivo di Bernie Sanders sull’auto. http://www.stirjournal.com/2016/04/01/i-know-why-poor-whites-chant-trump-trump-trump/

  3. marcoghibellino ha detto:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...