Le piante stanno tornando

Al contrario delle rondini, a casa mia in autunno tornano le piante. 

Dopo un’estate passata nel giardino del signor burberoni sono trasformate e bellissime, come i ragazzi al ritorno dal campeggio, come a settembre quando si ritrovano i compagni di scuola, sono cresciute, sono verdi, hanno il vento fra le foglie spettinate, nuovi rami, nuove fronde, vasi umidi di pioggia.

Passeremo l’inverno insieme, come sempre.

Una di loro, Beniamino, è con me da quando ero a liussembiurghio: due traslochi e nove anni insieme lo hanno visto crescere, deperire e ripartire, perdere le foglie e rimetterle, pazientare dietro la finestra e scalpitare per uscire.

Ognuna di loro racconta una storia, a ognuna di loro sono debitrice di un sorriso, di un impegno piccolo e leggero, un po’ d’acqua, concime, un vaso nuovo, che abbia portato la mente lontano dai pensieri consueti, che abbia premesso alle mani di illudersi di essere in un bosco, piluccando le foglie secche lentamente, lentamente. 

Ero con Beniamino, quando vinse Obama.

Anche gli esseri umani crescono, perdono le foglie, e poi ripartono.

Guarderò le nuove elezioni americane con tante foglie nuove, lui ed io.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Le piante stanno tornando

  1. pensierini ha detto:

    shit (non alle piante, s’intende)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...