Il giardino

Il piccolo ieri ha saltato l’asilo. 

Strano. (Neanche oggi ci va…).

Ieri l’ho addormentato nel giardino del signor burberoni, che sta mettendo i colori più belli. 

(Il giardino, s’intende).

Il verde spavaldo dell’estate si stempera nel giallo, nel rosso, nell’oro.

Melagrane generose pendono dai rami  curvi sotto un cielo incredibilmente pulito.

Funghi, ciclamini e piscialletti raccontano che il mondo non finisce con la fine dell’estate. che ci sono ancora cose da vedere, da annusare, da leggere, nel giardino. 

Si cammina su tappeti persiani verdi d’erba e rossi di foglie, si prendono gli ultimi raggi di sole. 

Il bimbo si scalda e si stira, come un gatto sul muretto.

Io canto le ninna nanne sgangherate di mia nonna e di mia madre. 

Vorrei essere gatto, per dormire al sole con lui nel giardino dorato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il giardino

  1. giovanni ha detto:

    un giorno dal cielo limpido portalo lassù…sulla torre tra le piante…a goder del panorama…

  2. nonsonosola ha detto:

    …Ma vuoi mettere con l’asilo?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...