meningococco B

Il cucciolo è arrivato senza vaccini, poi fra operazioni, bronchiti, mocci e catarro vari, eravamo rimasti un po’indietro.

Ma l’inizio dell’asilo nido incombe e così siamo corsi al distretto a fare il punto della situazione. 

Il meningococco B è stato affrontato ieri, fra un mese tocca al C e poi ai richiami, alternati, per poi farsi pure il richiamone dell’esavalente, che ha fatto nei mesi scorsi. 

È stato bravo, ha pianto solo un pochino e nella sala d’aspetto ha conosciuto Tommaso, Fabio e Lisa, anche loro in attesa della punturina. 

Dei vaccini ho già parlato, ma oggi vorrei parlare dei vaccini “di mio figlio”.

Ho avuto paura? 

Sì, un pochino, come credo sia giusto. Ho avuto paura della febbre alta e del ponfo sulla gamba, ho avuto paura di fargli male, ho avuto paura di spaventarlo.

Ho fatto bene?

Sì, ne sono assolutamente certa. La Toscana è una regione molto colpita dalla meningite e a volte, spesso, purtroppo, si muore. Vaccinare i propri figli protegge loro e chi gli sta intorno, è una cosa insieme personale e collettiva.

Non credevo che nel 2016 si dovesse ancora fare “pubblicità progresso” sui vaccini ma mi pare che male non faccia. 

Fatevi consigliare dal pediatra, fatevi spiegare bene le cose, ma non su Facebook, mi raccomando!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

9 risposte a meningococco B

  1. AD Blues ha detto:

    Il problema è che ci sono dei pediatri bastardi che sconsigliano i vaccini

    —Alex

    • pensierini ha detto:

      l’ordine dei medici li radierà

      • AD Blues ha detto:

        Forse, per adesso l’ordine ha solo proposto generiche “sanzioni” che possono arrivare anche alla radiazione ma non sarà un meccanismo automatico. Purtroppo

      • pensierini ha detto:

        Non sono molto d’accordo con Alex. Il documento ufficiale (https://portale.fnomceo.it/fnomceo/showArticolo.2puntOT?id=149850)
        è molto chiaro, ne copio&incollo la parte finale: ‘Solo in casi specifici, quali ad esempio alcuni stati di deficit immunitario, il medico può sconsigliare un intervento vaccinale. Il consiglio di non vaccinarsi nelle restanti condizioni, in particolare se fornito al pubblico con qualsiasi mezzo, costituisce infrazione deontologica.
        I medici ricordano che secondo la Costituzione della Repubblica la tutela della salute
        dell’individuo rappresenta un interesse della collettività. Tale imperativo costituzionale si
        attaglia ai vaccini che, proteggendo il singolo dalla possibile comparsa di gravi malattie,
        tutelano la comunità attraverso il cosiddetto effetto gregge, che si realizza quando una
        percentuale variabile tra l’85% e il 96%, a seconda della contagiosità della malattia, induce una riduzione fino alla cessazione della circolazione degli agenti patogeni. Questi concetti della medicina moderna, che hanno salvato centinaia di milioni di vite umane, non possono essere trascurati.
        È compito della Professione ricordarli ai medici, ai decisori politici e ai cittadini tutti.
        Lo stato di salute della popolazione non è un dato definitivamente acquisito ma deve
        essere continuamente presidiato e difeso e ciò vale per ogni attentato che si voglia portare all’efficienza del Servizio Sanitario Nazionale.’

  2. zetaelle ha detto:

    Che io poi veramente non capisco più di tanto questa cosa di non far vaccinare i bimbi. Ma vabeh.

  3. pensierini ha detto:

    siamo tornati molto indietro, Luci, in un sacco di cose. ricordi le pubblicità per l’uso del preservativo? facevano ridere, ma funzionavano. adesso l’HIV è in enorme espansione, enorme, specie tra gli etero, e nessuno lo dice. e la parità di genere? povera Italia.

  4. biba ha detto:

    Fatto non bene, benissimo!! Conosco ragazzi che da bambini non sono stati vaccinati a causa di genitori “progressisti” e di medici conniventi… è una cosa che non riesco proprio a capire, visto che determinate malattie sono dietro l’angolo o possono tornare. Nessuna malattia può dirsi completamente debellata!

  5. silvia ha detto:

    Brava, bravissima! Come pediatra non posso che sostenere con forza quello che hai scritto!

  6. marcoghibellino ha detto:

    concordo con Pensierini e attendo le sanzioni e la cacciata dall’ordine anche per i medici obbiettori di coscienza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...