Vivez, si m’en croyez, n’attendez à demain…

…Cueillez dès aujourd’hui les roses de la vie.

(Pierre de Ronsard)

la morte di antonio possenti mi ha sorpreso e rattistato.

mille volte mi sono ripromessa di fermarlo per strada, per dirgli quanto l’amassi, quanto amassi i suoi colori, i suoi personaggi allucinati, i sogni, gli incubi, le visioni che da bambina mi terrorizzavano e da grande mi ammaliavano.

non l’ho mai fatto, per timidezza.

solo il principe, un giorno, sulle mura, attratto dalle ruote a motore della sua sedia a rotelle, aveva trovato il coraggio di chiamarlo con un gesto da bambino, sorridendogli come solo lui sa sorridere alla vita.

e al principe aveva risposto, l’uomo dalla barba bianca e gli occhi azzurri, con un sorriso gentile e io, terzo incomodo a farfugliare “buongiorno maestro” e a scappare, come davanti a un ragazzo di cui si è innamorati da tempo e che non si osa guardare.

e così da un giorno all’altro ho sempre rimandato l’incontro, ogni volta che lo vedevo sbucare da un vicolo lucchese, su quel trabiccolo a motore col nodoso bastone a portata di mano come una pistola, e non gli ho mai raccontato del darwin disegnato da lui che vive in camera mia.

ho aspettato e aspettato per cercare le parole, per trovarle e usarle, come colori sulla tela, affinché non sembrassi una pazza ammiratrice ma una colta e intelligentissima esperta della sua arte.

e così adesso ho aspettato troppo, possenti da ieri non c’è più e io, una volta ancora, devo ripetermi che le rose della vita vanno colte per tempo.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Vivez, si m’en croyez, n’attendez à demain…

  1. AD Blues ha detto:

    Quando un artista se ne va, restiamo tutti un po’ più poveri.

    —Alex

  2. pensierini ha detto:

    Verissima, l’ultima frase, cara. Si diventa ogni giorno un po’ più grandi e saggi, eh? ;-)

  3. marcoghibellino ha detto:

    è vero che bisogna cogliere l’attimo cara Lucy, ma un grande artista se ne va, perdiamo l’uomo ma non perdiamo MAI l’artista , il corpo degli Uomini Antonio Possenti e Sauro Cavallini è morto , è vero; ma Loro sono immortali e li ricorderemo come ricordiamo tanti altri prima di loro , Fidia Lisippo Prassitele ecc ecc

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...