a teatro

approfittando del sonnellino mattutino del principe (che in questo periodo post operatorio sfiora e a volte supera le due ore…) sono andata a vedere la recita scolastica dei figli di thelma.

e ho capito che nella vita ho sbagliato tutto. da grande dovevo fare la bambina. o, essendo impossibile, almeno la maestra elementare, che è un ottimo allenamento per rimanere tali.

i bimbi crescono, e loro restano sempre alle elementari. fantastico.

i bimbi più piccini facevano il coro, la classe quarta il balletto e la quinta recitava.

e come mi succede ogni volta che guardo una recita scolastica mi sono divertita da morire.

l’audio era tremendo e si capiva pochissimo.

ma il bello della recita non era la storia.

erano i bimbi.

che come branchi di pesciolini di tutti i colori, si muovevano nello spazio ristretto di un palco.

alti, bassi, grassottelli, smilzi, smaliziati o imbranatissimi, vergognosi o spudorati.

c’erano quelli che si muovevano a tempo perfetto e quelli che non ne azzeccavano una, quelli che cantavano a squariagola stonati come campane e i bisbiglioni.

bimbe già in strada di scuole medie, bimbe ancora bimbe, bimbi carciofoni (tutti, i maschi sono carciofoni fino in quarta superiore almeno).

e con tutti loro una maestra che dirigeva il coro, entusiasta e ballettante dietro al leggìo, una dietro le quinte che suggeriva i passi o le battute e che ogni tanto diceva “voce!”

mi sono divertita come una scema, ho battuto le mani ogni secondo e in alcuni momenti quasi mi commuovevo.

essere bambini è fantastico.

su un palco poi… deve essere impagabile.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a a teatro

  1. AD Blues ha detto:

    Eh, non per tutti i bimbi salire su di un palco è un’esperienza impagabile…
    Mia nipote ad esempio si sarebbe fatta scannare per non farlo! ;)

    —Alex

  2. Angela ha detto:

    ho assistito emozionata e fiera a centinaia di tali eventi, come genitrice e come nonna, saggi di danza moderna e classica, concertini di flauto e di tromba anche in una banda cittadina, partite incandescenti di rugby e di calcio con nipote giocatore e poi arbitro (un incubo di offese), di pattinaggio pallavolo e basket, recite scolastiche a vario livello, per natale, pasqua e feste comandate, costruzione di robot, partecipazione alla ” compagnia Major von Frinzius” ……..
    posso dire sommessamente che non ne posso più?

  3. donna allo specchio ha detto:

    pensavo proprio a questo oggi che c’era una classe di CM qualcosa, 4rta o 5ta elementare nel bus!! che coccoli!! c’erano 4 bimbi carciofoni seduti che ne facevano di tutti I colori prendendo in giro I passeggeri (confermo, I bimbi sono carciofoni); c’era una bimba a d’origine africana bellissima con I suoi capelli lunghi intrecciati e non consapevole della sua bellezza. E c’era lei: la maestra che cercava di tenere unito il gregge, rimproverava I bambini carciofoni, consolava una bimba timida e stave attenta alla fermata. Eh no, io non avrei voluto essere al suo posto ! Ho abbassato la musica, mia difesa contro I rompipalle di turno a 14 come a 44 anni, per ascoltare il loro vociferare che ha rallegrato la mia giornata per qualche istante, ma sono stata contenta che è durato lo spazio di un momento!

  4. Angela ha detto:

    Non sono i bambini che mi disturbano, figuriamoci, ma gli eventi “artistici” in sé, soprattutto dopo 50 anni perlomeno! E ho dimenticato il filicorno soprano, una specie di rombo di tuono..

  5. donna allo specchio ha detto:

    partite di rugby? io potrei mori! il rugby è lo sport che odio di più al mondo, anche io ho un nipote giocatore nella squadra dipartimentale junior, ma mi rifiuto di andarlo a vedere!!! Va be che io detest gli sport di squadra tranne il calcio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...