lucettina al LIDEL

passata la prima nottata, la prima mattinata fatta passare con un luuungo bagno bollente per il cucciolo intasato, lucettina ha trovato la brillantissima scusa di dover andare a fare la spesa e ha lasciato il figliolo al marito, sfidando la paura di guidare.

“via, vado alla ‘oppe, UN c’è più nulla in casa”.

era vero, fra l’altro.

ma, furbina, ha aggiunto:

“già che ci sono passo dal LIDEL che è lì accanto, così compro le tendine per i finestrini che sono in offerta”.

dovete sapere che lucettina, in realtà, va regolarmente al LIDEL quando la nostalgia crucca si fa sentire troppo.

è un po’ un vorrei ma non posso, anche perché non andava al LIDEL a dresda, ma insomma, ci sono un sacco di tremende cose tedesche, assolutamente da NON mangiare, ma a lucettina fa sentire meno la nostalgia.

oltre alle cose da mangiare però,  lucettina ama andare al LIDEL per tutta quella stramba oggettistica di cui non sente il bisogno, ma piuttosto il desiderio.

che senso ha infatti comprare altri contenitori per il frigo, altri coltelli colorati, altre magliette da bicicletta?

nessuno.

infatti, va detto, la maggior parte delle volte lucettina non le compra.

ma le guarda, le tocchicchia, guarda la stupida bandierina tedesca, garanzia di qualità, e un pochino si commuove, pensando a quanto siano bravi, i tedeschi, a fare cose robuste, resistenti, ben fatte e brutte sperverse.

qualcosa alle mani comunque le resta attaccato, che so, calzini di snoopy, penne con dentro i brillantini, un set di mestoli, stampini per dolci. un po’ verdone all’autogrill, insomma.

alla cassa ieri un signore dietro di lei le ha chiesto se poteva appoggiare la cassa di birre che aveva comprato facendo un cenno con la mano.

lo ha guardato.

alto, con grandi baffi bianchi, bermuda, sandali e…

calzini.

“scusi, lei è tedesco?”

ha chiesto lucettina come davanti a una rockstar.

“ja!”

ha risposto sorpreso il tipo.

lucettina non imparerà mai a lasciare in pace la prossemica dei tedeschi, deve sempre farsi riconoscere anche a casa propria.

“e mi dice- fa lucettina-, qui al LIDEL, che birra bisogna comprare?”

e il tipo:

“ma guardi, sempre pils, bionde fresche da bere dal frigo, questa che ho preso io, per esempio in vacanza la compro quasi sempre”.

e lucettina ha annuito in adorazione.

“sì, in germania non la comprerei eh!”

ah.

e lucettina ha compreso.

ha pagato le sue cosette, ha salutato la cassiera e il cruccone che ha sorriso (anche i crucchi ridono) e alla ‘oppe ha comprato un morettone.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a lucettina al LIDEL

  1. pensierini ha detto:

    un morettone? sempre nel senso di birra, spero ;-) per loro sono come l’acqua e hanno ragione da vendere. Invece che profumo, le loro, e che sapore. Io vado di tourtel perché è analcolica, se no dormo, però bleah.

  2. Federica ha detto:

    Io sono una vera pasionaria della LIDL. Sono iscritta anche alla newsletter almeno pondero da cada i miei acquisti, e nonostante questo continuo a farne di compulsivi!
    Vedrai dal prossimo anno se resisti di fronte ai giocattoli in legno, ai vestiti da bambino, o più avanti all’oggettistica da esploratore adulto, che funziona meglio e costa meno dei giocattoli! Io ci ho risolto un sacco di regali di compleanno nell’età dell’elementari!

  3. donna allo specchio ha detto:

    A me invece la lidl non piace. io che abito a pochi km dalla frontiera raramente vado in crucconia a comprare , compro rigorosamente francese chè è più caro, ma la qualità è migliore (tranne la carne, forse che qui non la sanno tagliare come dal macellaio della mia infanzia a Roma, ma vabbe per me persino se ti allontani dal Lazio trovo che la carne la tagliano diiversamente). Di Tedesco compriamo solo le sigarette

  4. donna allo specchio ha detto:

    naturalmente compro meno. Sono un adetta dello spendere di più, ma comprare poche quantità, cosi il conto più o meno torna

  5. Francesca Merlini ha detto:

    Figurati che io da quando ho scoperto che sul sito pubblicano IN ANTICIPO i volantini con le offerte parto apposta in spedizione durante la pausa pranzo!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...