come cenerentola

sono giorni caldi, caldissimi.

a farneta il sole schiocca sui sassi delle strade, che scricchiolano sotto le ruote del passeggino, dove un bimbo cerca il sonno e la mamma un po’ di requie.

sotto il leggero foulard che copre il sole e il paesaggio, il bimbo un po’ scalpita.

la mamma canticchia qualcosa, tanto nessuno la sente, il bello di farneta.

a un certo punto, quasi al mulin di cima, il sonno arriva, lo si capisce dalla quiete, dalla calma, dal silenzio.

e un piede spunta, sereno, dal fazzoletto.

2016-04-05 14.02.30 (2)un piede minuscolo, nudo e farnetino, indubbiamente farnetino.

la mamma ride, ma si chiede anche dove sia finito il regolamentare calzino che era presente in duplice copia alla partenza.

decide di non preoccuparsi, sicuramente nessuno è passato dietro di lei e, anche se fosse, difficilmente sarebbe interessato a un calzino microscopico.

già che c’è toglie anche l’altro, liberando il secondo piede che era rimasto ligio alle consegne ma che evidentemente aveva caldo anche lui.

nel frattempo farneta fiorisce, si stira, si stende al sole caldissimo d’aprile, caldo come a giugno, quando la scuola finisce e si va in bici sullo sterrato temendo il primo ginocchio sbucciato.

i noci fanno penzolare gli amenti sfacciati, fioriscono i ciliegi, i ranuncoli, i papaveri e i cavoli neri talliti dell’inverno.

fa caldo e la mamma invidia quei piedini nudi e abbandonati al sonno, bramando l’amaca del giardino.

sulla via del ritorno aguzza la vista.

niente sull’asfalto che sale su, verso la chiesa, niente sullo sterrato che dalla chiesa gira intorno al campo dove una volta, nella vigna di turo, maturava l’uva fragola.

niente neanche in corte popolo, dove le ginocchia penzolavano sul muretto fresco e colorato di bellelise aspettando il passaggio del panaio.

niente sul drizzone che porta al campo di casa, sorvegliato dal cipresso e dal noce.

2016-04-05 14.10.56 (2)fatta la curva della vigna eccolo lì, come un’aspirante margherita, il calzino fuggiasco.

preso e messo in borsa, accanto al compare.

in ogni caso, che sia messo a verbale, il bimbo è rimasto senza calzini, e, grazie al cielo, anche la mamma.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a come cenerentola

  1. AD Blues ha detto:

    A verbale!!!!

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...