un volto per strada

in città, di ritorno dal viaggio infruttuoso all’anagrafe, il convivente rimarrà convivente ancora un pochettino…

cammino distratta, in mezzo alla folla impacchettata di natale.

all’improvviso un volto mi passa davanti e scorre via, un volto senza alcuna importanza, un volto qualsiasi, di un ragazzino qualsiasi.

e come a volte succede con un odore, una sensazione, una visione, immediatamente vengo portata altrove, ai miei terribili dodici anni, dodici o quattordici poco importa, a quell’età bastarda dove si batte contro il muro come uccelli impazziti, dove si cerca una via senza trovarla e senza sapere che non c’è proprio nessuna via da trovare, ma che le cose andranno così, per conto loro, ma a quattordici anni o dodici, poco importa, questa cosa non si sa assolutamente.

e a dodici anni si vive il natale scandito dalle vacanze da scuola, i terribili temi da fare dal titolo troppo noioso per potercisi appassionare, le “schede” da riempire, i giorni che paiono tantissimi e poi volano via in un attimo, in un gioco, in una risata.

a dodici anni si passa capodanno con i genitori e ti vorresti vestire come vuoi tu se solo lo sapessi, cosa vuoi.

a quattordici qualche cugina ti ha doppiato qualche cassetta di qualche cantante tremendo, e le ascolti, perché ascolti tutto o quasi, roba trovata in edicola perché il “il primo fascicolo con il CD costa solo 2500 lire”, cassette miste che l’unità regala d’estate, e quando finisci le pile vai avanti col nastro a suon di lapis.

a quattordici anni hai sempre freddo, perché porti le calze sottili e terribili scarpe troppo strette.

non credi più a babbo natale, non credi ai miracoli, alla storia della madonna e dell’angelo e ancora non sai a chi credere di diverso.

a quattordici anni ti regalano sempre delle maglie troppo piccole, per natale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a un volto per strada

  1. AD Blues ha detto:

    Mah, sempre piaciuto poco il natale e le “feste comandate” in genere…
    Da qualche anno poi è pure peggio.

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...