aerosol

ci siamo, sapevo che sarebbe successo ma speravo che saremmo andati un po’ più in là.

il principino si è preso la bronchite, il dottore dice nella sua sala d’aspetto, il che scagiona la mamma e i suoi giri di mura pomeridiani conclusi a buio fatto.

con la bronchite sono arrivati anche gli antibiotici (e… cavolo.. sono ancora alla banana! che schifo!), il cortisone e lui, il NEMICO di ogni bambino che si rispetti, il MALE, il FASTIDIO:

l’aerosol.

quando da bambina avevo una tosse che abbaiava e mia madre mi portava dritto dalla pediatra erano due le parole che mi incutevano il più cieco terrore:

  1. bilancia (ero perennemente sovrappeso)
  2. aerosol

l’aerosol era una macchinetta nera, che faceva un rumore infernale, e che sputava un fiato puzzolente di scureggia (così si chiamano a farneta, anche da voi le scuregge si chiamano scuregge?) e che impediva per mezz’ora piena di fare le cose importanti:

  1. giocare
  2. guardare i cartoni animati

neanche leggere topolino si poteva, con l’aerosol, perché non c’era verso di tenere l’aerosol e di girare le pagine contemporaneamente.

così l’orribile e odiosa macchinetta funestava i pomeriggi miei e di mio fratello.

quando il pediatra ha sentenziato “aerosol” volevo morì.

“ehm… esistono delle mascherine per i bimbi?”

“mah, lui è troppo piccino, gli metta il tubo davanti e lo faccia respirare”…

e così, madre degenere, lucettina si è procurata una macchinetta per l’aerosol, ha sistemato tutti gli alambicchi, ha perso la ricetta con le dosi, ha ribaltato casa, ha aspettato che HDC tornasse e la ritrovasse e poi ha finalmente acceso l’aerosol davanti al microbo.

che ha detto:

“ada ganzo!”

e col sorriso sganasciato si è messo a giocare con lo sputascuregge, senza battere ciglio, e con calma l’ha fatto tutto.

lucettina ha mugugnato tutta la sera che non ci sono più gli aerosol di una volta.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

7 risposte a aerosol

  1. AD Blues ha detto:

    Mmmmmhhhhhh
    Secondo me NI garba per il momento perché cosi sta in collo alla sua mamma e soprattutto, non conosce ancora il piacere di leggere Topolino!
    Aspetta che impari, poi vedi!

    —Alex

  2. pensierini ha detto:

    è un bimbo con un carattere d’oro! l’ho già scritto, lo so, ma è vero vero!!!

  3. Anna ha detto:

    …ma quanto è bravo sto’ bimbo :-)

  4. Gianc. ha detto:

    anni fa proprio qui da te avevo esposto la mia teoria ignorantissima sui sapori orripilanti delle medicine aromatizzate: Scegliere il giusto equilibrio tra lo schifo assoluto e l’estrema bonta’ per evitare sia l’assunzione compulsiva che il rifiuto totale… poi tu ne sai piu’ di tutti noi messi assieme :-D non ti lamentare e’ un po’ anche colpa tua ;-)

    (e poi ho letto da qualche parte che il sapore di banana non e’ il sapore della banana-che-noi-conosciamo, la cavendish, ma di un’altra, la gros jean, che e’ praticamente estinta dagli anni 50, quindi banana si, ma…)

  5. Astrea ha detto:

    Joachim Phoenix, l’attore americano, aveva il labbro leporino, lo sapevi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...