giorno 3: il gagà

dopo il pediatra è stata la volta del mago gattone, che ci ha tranquillizzato molto e ci ha mostrato, una volta di più, quanto cambi il colore di una stanza di ospedale se il medico che ci lavora dentro è in grado di sorridere e di prendere in braccio un bimbo come se fosse lui quello che ha voglia di essere coccolato.

il principe si è presentato in grande stile: tutina superpippo a righe bianche e blu e bandana raccogli bava (bava come un lombrico) con un razzo in partenza per mete lontanissime.

appena arrivato si è accattivato la simpatia dell’infermiera, delle volontarie, dei genitori degli altri bimbi e dopo cinque  minuti si esibiva nei numeri da circo che ha imparato: il sorriso sganasciato, il pesce, il salta salta sulle gambe, la testata improvvisa, insomma, un gran numero di acrobazie che venivano sottolineate da cori di ooohhh.

l’operazione gli sarà fatta dopo le feste, perché il topino non ha ancora alcun vaccino e occorre aspettare un paio di settimane dopo aver fatto i primi, ma il mago è sicuro del fatto suo e se il mago è sicura sono sicura anche io.

la giornata è poi trascorsa in allegria, con care amiche venute a trovarci e il topo si è fatto coccolare come se non ci fosse stato un domani.

la sera è stato invece chiamato un esorcista bravo perché dopo una giornata di gloria quale quella che ha avuto trovare il sonno dei giusti è stato laborioso!

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a giorno 3: il gagà

  1. AD Blues ha detto:

    Che bravo mago! ;)

    —Alex

  2. Isa ha detto:

    Tutte belle notizie, stupendo! Sono molto contenta per tutti voi!

  3. marcoghibellino ha detto:

    Ninnenanne:

    Il brano seguente è una ninna nanna che nell’antichità,gli anziani di alcune regioni del medio-oriente cantavano ai bambini,avendo cura di riporre sotto il cuscino un pane di hashish fresco*.

    Sonno
    tu che porti via i bambini
    portami via anche questo
    Te l’ho consegnato piccolo piccolo
    riportamenlo grande
    grande come una montagna
    slanciato come un cipresso
    che domini da est a ovest.

    Il brano varia e prosegue con i seguenti versi:

    Col potere delle cose posso avere la tua vita controllata e si chiama libertà
    l’esperienza quotidiana del terrore ti lascia soltanto me
    se tu guardi nel passato troverai tutto quanto stabilito e si chiama verità
    senza storia nè memoria lascia che io scriva i passi tuoi
    vivi in pace la tua vita non pensare e sogna felicità

    * cominciamo ad abituarli bene da subito che diamine

    Dormi, Liù
    Stefano Benni

    Dorme la corriera
    dorme la farfalla
    dormono le mucche
    nella stalla

    il cane nel canile
    il bimbo nel bimbile
    il fuco nel fucile
    e nella notte nera
    dorme la pula
    dentro la pantera

    dormono i rapresentanti
    nei motel dell’Esso
    dormono negli Hilton
    i cantanti di successo
    dorme il barbone
    dorme il vagone
    dorme il contino
    nel baldacchino
    dorme a Betlemme
    Gesù bambino
    un po’ di paglia
    come cuscino
    dorme Pilato
    tutto agitato

    dorme il bufalo
    nella savana
    e dorme il verme
    nella banana
    dorme il rondone
    nel campanile
    russa la seppia
    sul’arenile
    dorme il maiale
    all’Hotel Nazionale
    e sull’amaca
    sta la lumaca
    addormentata

    dorme la mamma
    dorme il figlio
    dorme la lepre
    dorme il coniglio
    e sotto i camion
    nelle autostazioni
    dormono stretti
    i copertoni

    dormono i monti
    dormono i mari
    dorme quel porco
    di Scandellari
    che m’ha rubato
    la mia Liù
    per cui io solo
    porcam***nna
    non dormo più

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...