italia turchia andata e ritorno

Cara M,

siamo state amiche, oltre che colleghe.

E adesso ci divide soltanto la geografia, un mare, terra da percorrere, in macchina, in aereo o con un dito su una cartina.

Ti ho scritto ieri, per dirti che ti pensavo, in questi giorni tremendi per la Turchia e per tutti coloro che amano la pace.

Mi hai risposto, con la tua consueta dolcezza, con la mitezza del tuo sorriso e con la luce degli occhi che mi pareva di intravedere fra le righe dello schermo.

Mi hai scritto che vuoi vivere in pace, che preghi per poter vivere in una città normale, in un paese normale, in un mondo normale, governato dalla fratellanza.

Ricordo le nostre cene, a Firenze, a Berlino, a Istanbul, le risate, la tua acqua di colonia al mandarino della quale mi innamorai perdutamente e che mi regalasti, affinché mi portassi dietro un po’ di odore della turchia e della nostra amicizia.

Tante volte ho pensato di tornare a trovarti, di venire a portare un giocattolo al tuo bimbo che non ho mai conosciuto se non attraverso la notizia felice che eri incinta, mentre ero nel tuo ufficio e correggevi il caffè con compresse di acido folico.

Ti ho scritto per dirti del principe A. un armeno, una nazione che così tanta tragica storia racconta, dicendoti che speravo che avesse il colore profondo dei tuoi occhi.

avevo ragione.

ce l’ha.

ha quel grande mare scuro pieno di interesse per il mondo che hai anche tu, le ciglia disegnate da un pittore, l’onda della palpebra elegante e misteriosa.

i bimbi turchi, armeni, italiani, siriani, tedeschi, greci, spagnoli, rumeni, albanesi, iracheni, russi, francesi, ucraini, americani, non si interessano dei confini, non si curano degli stati.

il mondo è loro.

e io e te, cara m., li faremo crescere nell’amore della pace, della fratellanza e dell’umanità.

tutto questo orrore finirà, se daremo tutti ascolto ai bambini.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a italia turchia andata e ritorno

  1. Chiara ha detto:

    Niente di più vero.
    Grazie, una lettera che scalda il cuore.

  2. AD Blues ha detto:

    Sono molto pessimista sul futuro come ho già detto più volte; ci vorrà molto più di generazione…

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...