la mEnEger, il badge e la borsa

la mEnEger porta sempre il badge al collo. in questo modo non lo perde, lo porta con sé a mensa, quando cambia ufficio lo usa per aprire le porte e non dimentica di timbrare quando arriva, la mEnEger.

la mEnEger è comunque lucettina, per cui, capirete, non è che possa funzionare tanto bene, quest’aria da mEnEger, neanche col badge al collo.

sul badge  lucettina ha una vecchia foto, ha barato quando gliene hanno chiesta una: ha mandato una di un vecchio scanner di una carta di identità fatta quando viveva in crucconia, col suo adorato giacchetto arancione e una bellissima, enorme, sciarpa nera.

cosa che dà, alla foto di lucettina sul badge, l’idea di essere in realtà la foto di yuri gagarin, appena tornato dallo spazio.

lucettina ne va molto fiera.

un pomeriggio, qualche giorno fa, una collega, mEnEger anch’essa, ha dato un passaggio in auto a lucettina.

thelma in trasferta, lucettina in lutto, ha accettato molto volentieri la cortesia della collega.

salendo in macchina lucettina ha provato a togliersi il foulard dal collo, ma questo si era inparentato col cordoncino del badge.

lucettina era imbarazzata, la collega accanto impassibile e lei stava diventando rossa.

picchia e mena è riuscita a togliersi il foulard, ma, con somma disgrazia, ha visto che il badge con la foto di gagarin era sparito, caduto durante la colluttazione col foulard.

intanto la collega iniziava a guardare incuriosita i gesti di lucettina, che si stavano facendo via via sempre più concitati.

guardava fra i sedili.

niente.

spostava l’ombrello che aveva fra le gambe.

niente.

fra il sedile e la portiera.

niente.

apriva la borsa e ci spariva dentro.

niente.

nel frattempo la collega guidava verso valle e lucettina tirava fuori dalla borsa gli oggetti più improbabili:

tappini.

penne dal tappo spaiato.

scontrini.

biglietti da visita di ristoranti di pesce.

cucchiaini di plastica.

un portachiavi grande come un popone (unico modo per ritrovarlo in borsa facilmente).

un libro di amélie nothomb comprato il giorno prima e già acciuccignato.

tre o quattro cartine di caramelle.

la collega era sempre più perplessa.

lucettina sempre più rossa.

decideva quindi di rinunciare alla ricerca, avrebbe cercato a casa con calma frugando nella borsa senza rischiare di tirare fuori cose imbarazzanti, tipo le mutande che il mammuth le aveva regalato qualche giorno prima e che lei aveva dimenticato in borsa fra mille altri pensieri.

a casa però niente.

niente gagarin.

niente badge.

niente di niente.

il mattino dopo, (ieri mattina, per la precisione) è andata al lavoro con la morte nel cuore.

col fido ombrello a tracolla, brandito come una scopa.

HDC le consegnava sul naso il bacino della giornata e non si sa più che discorso a bischero gli usciva di bocca.

la conseguenza è stata che lucettina acchiappava l’ombrello per sTiantarlo sulla testa del malcapitato marito e lo stringeva forte.

sentendo qualcosa di rigido.

con un sorriso apriva l’ombrello.

il badge cadeva sul pavimento.

lucettina dimenticava l’atto furioso e correva via, per le scale, con gagarin.

la mEnEger era salva.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a la mEnEger, il badge e la borsa

  1. tittisissa ha detto:

    Pfiuuu menomale! Che thriller al cardiopalma hai raccontato questa mattina!

  2. paleomiki ha detto:

    Evviva Lucettina mEnEger, evviva Gagarin! :*

  3. marcoghibellino ha detto:

    Lo sapevo! Lo sapevo! alla fine il mio stile di vita è cosa buona e giusta!

    ANCHE I DISCORSI A BISCHERO SONO UTILI!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...