partiti

alla fine sono partiti, gli uccellini che da una settimana si davano appuntamento nel giardino del vicino a centinaia.

la mattina li sentivamo cantare un pochino prima del sorgere del sole, un fracasso di entusiasmo e di valigie.

non so di preciso dove vadano, ma so che torneranno, l’anno prossimo, all’improvviso così come sono andati via.

così va il mondo, si parte e si ritorna, si cerca il proprio posto, ovunque esso sia, che si abbiano le ali o i piedi poco importa.

ci sono persone che parlano di natura e contro natura, di cosa sia naturale e cosa non lo sia.

e spesso non vedono che i confini, sono innaturali.

che le barriere sono artificiali, che gli stati sono soltanto una riga su una carta che non si vede, volando sopra le alpi o passando in mezzo al mare.

a berlino ci sono le croci sulla spree dedicate a chi ha provato a saltare il muro ed è stato ucciso.

quante croci dovremmo mettere sui nostri sacri confini?

ci si commuove sempre davanti alla brutalità delle armi, quando conteremo i morti che fanno le nostre politiche?

impedire alla gente di muoversi è come pensare di impedire agli storni di volare, è qualcosa di votato al fallimento e spesso alla tragedia.

siamo una vecchia fortezza che ha pensato che alzare le mura potesse bastare per respingere la povertà e la disperazione di chi non ha più nulla da perdere se non la propria miseria.

se non apriamo le porte le mura crolleranno, e la fortezza rischia di rimanerci seppellita, con i suoi tesori, le sue armature, le sue palandrane di broccato.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...