le galline e il gatto di città

priska gatto di città non conosce le galline.

e le galline in effetti non conoscono il gatto di città.

si sono guardati e ignorati, le galline e il gatto di città.

perfino il gallo, con francese supponenza si è girato sugli speroni e non l’ha degnato di uno sguardo, il gatto di città.

che così ha deciso di andare in mezzo ai pomodori, lì sdraiarsi e dormire, come un gatto che si deve.

ma a un certo punto sono arrivate.

come alieni misteriosi, come mostri di un altro mondo, rumorose, puzzolenti, lente e tantissime.

le pecore.

lungo la strada dell’orto e del pollaio, dove le galline e il gatto di città avevano appena imparato a conoscere l’uno l’esistenza delle altre.

all’unisono, il gallo e il gatto, diversi solo da una consonante raddoppiata, hanno acceso i radar.

il gatto ha rizzato baffi e orecchie.

il gallo il collo, come un periscopio sottomarino.

uno accanto all’altro, guardiani dei pomodori, dell’insalata, delle zucchine, dei fagiolini, dei pochi filari rimasti.

hanno sorvegliato gli alieni, fino a che l’ultimo, scampanando, non ha trotterellato dietro al penultimo per sparire dietro alla curva dei cinghiali, dove da bambini non potevamo andare, per nessun motivo.

le pecore saranno rimaste sicuramente impressionate dal duo di poliziotti dell’orto.

(liberamente tratto dalla cronaca della giornata di HDC).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...