un sassolino per italo

passeremo il fine settimana a castiglione della pescaia, raggiungendo genitori, fratello e nipotastra in vacanza.

mi porterò dietro un sassolino, da lasciare a italo calvino, che vorrei tornare a trovare, anche se dall’altra parte di una lapide.

un sassolino per ringraziarlo delle righe passate in sua compagnia, delle volte che ho pensato, leggendo, “ecco, questo è quanto di più bello io abbia mai letto”, per i sogni, per gli ideali, per la profondità e per la leggerezza, per le volte che ho pianto, in treno, leggendo storie partigiane, o sorriso, arrossendo, di qualche amore improvviso, o fremendo per seguire i passi di qualcuno che cammina fra le pagine di un libro.

quando ci si innamora di un autore lo si idealizza e io sicuramente l’ho fatto, l’ho fatto senza freni, senza limiti, senza ritegno.

ho pensato per anni che non aveva senso leggere altro se in giro c’erano libri suoi che non avevo ancora letto.

cercherò, prima di partire, nella libreria di casa, dove i libri sono vergognosamente parcheggiati in doppia fila e dove ancora non hanno trovato un ordine razionale, palomar, o forse, da bimba moderna, lo cercherò in ebook, in modo da essere sicura di averlo con me.

e poi mi siederò sotto un pino, insieme a italo, aprirò il libro e sussurrerò

“raccontami una storia…”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a un sassolino per italo

  1. AD Blues ha detto:

    Non riesco ancora a capacitarmi dei momenti di “serendipity” che si vivono seguendo qualcuno attraverso le pagine del suo blog.
    Proprio qualche giorno fa anche io ho cominciato a rileggermi tulle le opere del buon Italo ed inoltre, approfittando di un buono sconto di Amazon ho fatto incetta dei suoi libri che ancora non avevo (o non avevo più) in formato cartaceo… :D
    Anche la mia estate sarà quindi all’insegna di Italo; lasciagli un sassolino anche da parte mia.

    —Alex

  2. marcoghibellino ha detto:

    Era un grande scrittore ma opratutto un grande narratore, dire quale dei suoi libri sia il migliore è impossibile; quelli che mi hanno fatto sognare di più dono forse Fiabe Italiane e il castello dei destini incrociati

  3. donna allo specchio ha detto:

    due persone molto importanti nella mia vita hanno come scrittore preferito italo calvino: mio padre e il biondino. A me invece non è mai piaciuto: troppo surrealistico per i miei gusti, non riesco a percepirne la poesia che sono sicura c’è. O forse quando l’ho letto ero semplicemente troppo giovane e non potevo capirlo . A 11 anni che ne capisci de “il barone rampante” ? Quell’idiota che sta apollaiiato su un albero e non vuole scendere? Ma che cazzo mi rappresenta? POi da grande pero ho provato con le città perdute (è quello il titolo ) o è le città immaginarie ed ho provato le stresse sensazioni. Odio quando non capisco dove le persone vogliono andare a parare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...