le lucertole del giglio

Le lucertole dell’isola del giglio sono color granito, di gomma, con la coda monca, acchiappata da un cane o da un gabbiano di passaggio.

Scappano così, come micrococcodrilli impazziti, da un sasso al successivo, dove si scaldano al sole cocente.

I gabbiani le guardano dall’alto, pesci con le zampe, mentre planano luminosi contro il cielo.

Il mare le accarezza ma non le bagna mai, con il suo azzurro elegante e raffinato, pieno di pesciolini, di ricci, di conchiglie abitate da pazienti lumaconi.

E l’elicriso le profuma come principesse prima del ballo, insieme al rosmarino, al cisto, al pitosforo.

Le guardo camminare, senza temermi, le guardo gonfiare il collo dell’aria del respiro, mentre si guardano intorno con quella loro testa da vecchi.

Le lucertole del giglio sono animali gentili, silenziosi e fulminei.

Una di loro mi ha sorriso, mentre mettevo le borse nella barca che mi avrebbe lasciato al porto.

Sa che ci rivedremo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...