sulla grecia

io pensavo che sarebbe stato diverso.

non il risultato del referendum, pensavo che sarebbe stato diverso essere europei.

nella mia beata gioventù vedevo l’europa come un sogno di popoli, all’interno del quale gli stati nazionali avrebbero rinunciato a pezzi della loro sovranità per alti ideali: una politica estera comune, la garanzia che non sarebbero mai più tornati i fascismi del passato, un’etica laica che avrebbe portato, come un vento fresco, le idee dei paesi avanzati anche di qua dalle alpi, il poter vivere e sentirsi a casa a roma, a parigi, a berlino, a madrid, mescolando le culture, le religioni, i modi di vedere il mondo di un greco e un finlandese, di un olandese e un polacco, un italiano e un francese (perfino!).

mi avevano detto, e io ci avevo creduto, che maastricht e gli altri trattati economici erano solo l’inizio di una cosa diversa, di una costituzione politica dell’europa, si partiva dall’economia per praticità, perché quello era più facile, più immediato e più impellente, ma che non sarebbe stato solo avere lo stesso soldo in tasca, essere europei.

poi la costituzione è andata perduta.

poi l’unione europea è stata divulgata sui media come l’istituzione che serve a capire se si può chiamare “parmesan” un grana prodotto a amburgo o “moZarel” un formaggiaccio fatto che ne so, in olanda e quanta percentuale di cacao ci vuole per chiamare cioccolato una tavoletta.

negli ultimi anni abbiamo anche capito che all’interno dell’europa si può circolare ma per arrivarci devi morire in mezzo al mare, se europeo non sei nato.

negli ultimi anni ha vinto un’idea di europa vecchia e fatta di vecchi, fatta di banche e di spread, di un’economia sacra e fine a se stessa, senza alcuna regola, senza pudore, senza leggi.

quello che oggi gli stati “virtuosi” chiedono ai greci non è mai stato chiesto agli speculatori, alle banche, a chi, di questa crisi ha approfittato e si è arricchito.

che cosa propone a un ragazzo greco questa comunità dove i summit si  fanno “a tre”?

che speranza fa intravedere?

come potevano pensare che i cittadini greci votassero sì davanti a un panorama del genere?

che ne è stato del sogno di una comunità?

ieri sentivo alla radio che se la merkel sostiene, giustamente, che senza l’euro non c’è l’europa, le vada fatto notare che in realtà è senza l’europa che non c’è l’euro.

troviamo una soluzione, ci si salva solo tutti insieme.

io sto con la grecia, perché senza la grecia non c’è l’europa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a sulla grecia

  1. AD Blues ha detto:

    Si potrebbe traslare un concetto risorgimentale in “abbiamo fatto l’Europa, adesso bisogna fare gli europei”

    Per il resto

  2. Simona ha detto:

    Come ormai da anni, riesci ad esprimiere al meglio quello che penso esattamente anch’io…cara Lucettina!

  3. giovanni ha detto:

    secondo me…..ma potete dissociarvi tranquillamente…ci avevano fatto credere che gli asini volano, ma solo per i loro profitti.

  4. Davide ha detto:

    Io sono un po’ critico verso l’esegesi “grecocentrica” e “anticrucca” dei fatti di cui parli. E’ vero che l’Europa di ora non funziona, se non per le banche. Ma dove erano i greci (e gli italiani) quando i loro governanti corrotti hanno permesso che gli speculatori facessero il loro gioco ? Credo sia necessario riflettere anche sul ruolo di chi, supinamente e/o per proprio tornaconto personale, ha cominciato a lamentarsi solo quando ha avuto la pancia vuota… . Insomma: le peripatetiche che troviamo per strada e che tanto fastidio danno ai benpensanti, ci sono perche’ sono persone di dubbia moralita’ o ci sono perche’ esistono “clienti” che approfittano della loro presenza ?

  5. donna allo specchio ha detto:

    io invece sono molto critica sulla propaganda grexiti dei crucchi e di certa destra europea. Secondo me è stato messo in atto da mesi un tentativo di far cadere il governo tsipras, inviso ad una certa parte della destra europea. E affossare la Grecia non mi pare una buona politica. condivido in toto il post di lucettina. Non avrei saputo esprimermi meglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...