le mensole di DESAIGN

vi prego, ditemi chi è e dove lavora che lo voglio conoscere e andargli a stringere la mano.

il DESAIGNER che ha progettato queste bellissime e utilissime mensole.

“pratiche e bellissime”, c’era scritto ieri su facebook, “le mensole di design sono un ottimo modo per avere una casa perfetta!”

mensole

 

 

 

 

 

 

 

 

ovvia.

e guardiamole queste “mensole di design”.

cosa contengono?

libri, mi parrebbe.

quali?

e chi lo sa?

mi ricordano, queste mensole di design, la libreria della mia coinquilina di pisa, una signora divertente quanto squinternata, che teneva i libri negli scaffali della libreria dalla parte delle pagine, non della costola, e non era in alcun modo possibile trovarne uno in particolare senza doverli tirare fuori uno a uno per capire che cosa ci fosse scritto.

libreria

un vocabolario in ordine sparso, insomma.

immaginate di avere queste tre mensole attaccate al muro di casa vostra, così come ve le mostrano nella foto.

e di sapere a memoria, (perché siete matti) il contenuto di ciascuna di essa.

immaginate quindi di desiderare i libri di quella centrale.

e di provare a toglierlo.

sono molto interessanti, i designer.

a volte mi danno l’impressione che non abbiano mai usato gli oggetti che disegnano.

la mia cucina del 2010, nuova nuovissima, ha cinque fuochi.

ma se usi il fuoco centrale non puoi usare quelli laterali nello stesso momento, perché non hanno calcolato il diametro delle pentole che va su ciascun fuoco.

i fuochi laterali, analogamente, non possono ospitare padelle o tegami dal fondo troppo largo, perché si ribaltano.

i disegni che indicano quale fornello si desidera accendere si sono cancellati durante le pulizie.

ecco, mi dà da pensare che chi ha disegnato la mia cucina non abbia mai davvero cucinato.

una lezione che mi servirà la prossima volta che ne compro una, peccato che non è che si comprano piani cottura con la stessa frequenza con la quale si comprano calzini.

ho un consiglio, per le case produttrici di oggetti “di design”.

dateli per un anno a una famiglia qualsiasi, fate vivere i vostri oggetti bellissimi nel mondo reale, fateli uscire dai cataloghi patinati e metteteli nel mondo.

dopo un anno, quando oltre ad avere in casa qualcosa di “bello” o di “carino” sarà chiaro che sia anche utilizzabile, allora lo potete mettere sul mercato.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a le mensole di DESAIGN

  1. AD Blues ha detto:

    Eheheh!
    Non sei la sola che ha pensato questo ;)

    Comunque c’è da dire che sta prendendo piede il concetto di User Experience ed User Design. L’industria del software ne attinge a piene mani nel disegno delle applicazioni per computer e dei siti web ma ancora molti ignorano questi concetti.

    Per me, le cose belle sono quelle pratiche da usare, il resto è arte contemporanea astratta!

    —Alex

  2. Gianc. ha detto:

    Ah tranquilla! Sappi che a casa viene ben arredata solo la seconda volta….

    Ma io piu’ che dare gli oggetti ad una famiglia li darei da testare per un anno intero al designer stesso…

  3. pensierini ha detto:

    Grandissima Luci! :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...