vive la france

ieri sono stata invitata a una cena francese molto speciale.

a farneta, cucinata da evelyne, arrivata col treno e con una valigia pesantissima di francia.

il petit salé con le verdure, un piatto dell’inverno, della stufa accesa, della lunga tavolata e delle altrettanto lunghe chiacchierate fino a tarda notte, finite davanti a una tisana di melissa, e noi bambini a guardare le zollette di zucchero di canna che si scioglievano in fondo alla tazza come le rovine di un vecchio castello squassato dal terremoto.

e la tavola era davvero lunga, gli amici di sempre, amici di famiglia cresciuti con i miei genitori, compagni di scuola, vicini di casa di dove sono nati, e da allora mai persi di  vista.

evelyne in cucina, come babette e che con allegra fierezza nazionale portava in tavola i tesori della valigia arrivata col treno.

champagne per cominciare, poi la carne bollita con le verdure da mangiare con la senape e il burro salato, l’insalata con la vinaigrette, il comté e il mont d’or, per finire con “la brioche di evelyne” con la marmellata.

e così i discorsi si sono stratificati sul tavolo insieme ai bicchieri levati e posati mille volte, e la serata è trascorsa bella, calda, allegra.

con davanti il caffè si sono anche rimescolati i posti, per chiacchierare con chi non si aveva avuto davanti, per mescolare le carte e le storie.

con attenzione non abbiamo parlato di politica, ancora tutti troppo annichiliti dal niente che ha preso il sopravvento, ancora tutti consapevoli che il tasto della politica è doloroso per ognuno e tanto più doloroso quanto l’impegno è stato forte fino a poco tempo fa.

solo rodolfo, da dietro i suoi saggi baffi, ha saputo dire quello che tutti pensavamo e che non avevamo voglia di pronunciare.

“a me, mi girano i coglioni, perché dopo vent’anni di berlusconi mi aspettavo qualcosa di meglio…”

ma la serata era dedicata alla francia, alla francia così vicina e così lontana insieme.

in alto i bicchieri, vive la france, vive evelyne!

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a vive la france

  1. donna allo specchio ha detto:

    noi qui non facciamo che parlare di politica e di laicità!!!

  2. pensierini ha detto:

    Vent’anni di Berlusconi hanno rovinato l’opinione pubblica italiana. La scuola statale, ad esempio, è stata distrutta scientemente nelle sue fondamenta culturali ed educative, che ormai sono diventate l’inglese, l’informatica e l’impresa. :-(

  3. AD Blues ha detto:

    il Mont d’Or !!!!
    (slurp, anche se non è stagione)

    —Alex

  4. biba ha detto:

    Vent’anni di Berlusconi hanno rovinato proprio tutto, a cominciare da una larga fetta di italiani…

  5. marcoghibellino ha detto:

    a me mi girano i coglioni perchè dopo vent’anni siamo ancora a pensare che la colpa è di Berlusconi mica della gran massa di italiani che lo elessero e che prima di lui eleggevano Craxi e altri…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...