luci nella città

serata in centro, in centro proprio in centro, voglio dire, a new york, in centro a new york, non a lunata.

e new yoor è amabilmente gay, e subito si fa amare, come uno show delle kessler con le piume, come liza minnelli piena di lustrini, come un vecchio cantante di swing trasportato da un orchestra impomatata.

naso all’aria, da ordinanza, bocca aperta, perché vengo da farneta e le grandi città fanno sempre paura e meraviglia insieme.

l’odore del cibo di strada, delle castagne bruciate (dovevano essere tremende) dei tubi di scappamento (ma chiudere al traffico manhattan? sarebbe un’idea, no?) le luci di natale come quelle di enormi giostre per adulti, babbo natale rossi e taxi gialli, il vapore che esce da non so dove come in un film quando sotto la neve lui riaccompagna a casa lei e lei non sa ancora se lo inviterà a salire e allora cincischiano e poi lui le dà un bacio sulla guancia ma lei si sbaglia e lo bacia per davvero e dopo arrossiscono e io cambio canale perché mi vergogno e anche per strada, a new york, divento rossa pensando a quei due che si baciano sotto casa e non sanno se lui salirà o se tornerà a casa con le mani in tasca di un improbabile cappottino nero aperto davanti che non sai come possa essere sopravvissuto al freddo.

new york dicevo.

ho visto solo il rockfeller centre e times square, una follia di luci e di persone, abbiamo mangiato in un posto carino con le candele finte e gli americani irlandesi ubriachi che guardavano il football.

stasera riparto, peccato, avevo iniziato a dormire la notte.

bisognerà che ci torni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a luci nella città

  1. pensierini ha detto:

    NYC non è solo il traffico e le luci di Times Square e del Rockefeller Center, un po’ più in là ci sono piazzette più defilate e deliziose, come Washington Square, dove puoi trovare, tra gli alberi, pure un pianista di strada (davvero!) e una statua di Garibaldi. Buona permanenza! :-)

  2. letteredalucca ha detto:

    Pens, ero qui per lavoro, ho passeggiato con colleghi molto seri, poco tempo per quasi tutto…
    tornerò! :-)

  3. letteredalucca ha detto:

    (Sono già a jfk, l’aereo è fra tre ore… mi sparo! :-) )

  4. Mino da Recanati ha detto:

    Si scrive Rockefeller Center, non Rockfeller Center. E “un’orchestra” vuole l’apostrofo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...