ideologie

“l’ideologia più ideologia del secolo: un’economia più sacra di una religione, più feroce di un esercito” (stefano benni, comici spaventati guerrieri)

10649942_10152704912558415_2970280941868478185_nquesta frase mi rimbomba nella testa da tempo, e due giorni fa, su repubblica, mi è capitato di leggere un articoletto sugli “errori degli economisti”, nel quale veniva sviluppata la frase nella foto.

mi ha colpito trovare questa frase su un quotidiano, ancorché progressista, perché una frase del genere, pronunciata da me, almeno un milione di volte, è sempre stata accusata dai suoi detrattori di “ideologia”.

diciamola tutta, l’ideologia in questione era il comunismo o il socialismo, e come tale io, che ne riportavo alcuni princìpi che a me suonano tuttora come di buon senso, venivo in qualche modo tacciata di “ideologica”.

era un modo semplice per chiudere la questione, ripetere un concetto ideologico voleva dire non avere basi “scientifiche” per dirlo e di conseguenza affermare qualcosa di infondato, dettato solo dalla cieca appartenenza partitica o comunque politica.

quello che non capivo allora e che mi ostino a non capire anche adesso, è come mai venissero considerate “ideologie” (nell’accezione negativa del termine) socialismo e comunismo mentre veniva considerata “dottrina economica” il capitalismo.

bene, adesso che il capitalismo ha creato, senza saperlo gestire, il mostro della crisi, le migrazioni dei disperati, le frontiere controllate con la ferocia di un muro di berlino, mi aspetto che qualcuno finalmente ci parli chiaramente: ideologia era il comunismo, ideologia è il capitalismo, ciechi sono stati i militanti di sinistra a cercare un mondo più giusto per tutti, ciechi sono stati gli ultra liberali a pensare che la mano invisibile del mercato potesse garantire a tutti pari opportunità.

forse è il momento, anche per il capitalismo, di fare i conti con la storia e con tutto quello che ha provocato, per poterci forse guardare in faccia, noi tutti, portatori di due idee di mondo diverse e vedere di fare qualcosa che serva a tutti veramente.

il fatto che il capitalismo sia il sistema economico rimasto in piedi nella storia non vuol per forza dire che sia quello più equo e più giusto per tutti, parliamone, una buona volta, senza trincerarsi dietro le solite ideologie.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a ideologie

  1. AD Blues ha detto:

    Ad essere sincero la differenza nelle definizioni (socialismo come “ideologia” e capitalismo come “dottrina economica”) la trovo fondata almeno da un punto di vista puramente semantico.

    Il capitalismo ha cercato di giustificarsi su calcoli matematici che avrebbero spiegato il funzionamento dell’economia, il socialismo si basa su un’idea di società ma (magari sono ignorante io viste le mie scarsissime nozioni di economia) non basata su alcun artificio matematico.
    Che poi i calcoli dei capitalisti fossero basati a loro volta su assunzioni sbagliate come quella che citi tu, beh, quello è chiaro e palese.

    I calcoli dei capitalisti erano anche loro evidentemente basati su un’idea, e quindi ovviamente tu hai ragione, un’idea che però era ben nascosta dietro una montagna di numeri che hanno abbacinato i più.

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...