la france

dopo settimane passate a pensare alla germania, a dresdina, ai crucchi con tutti gli annessi e connessi, tutti i pregi e i difetti, tutti i BIUSTE, la biRa, il caffè, e tutto il resto, stasera, improvvisamente, mi è venuta voglia di francia.

sarà che a farneta c’erano tre cari amici francesi, sarà che per aperitivo abbiamo avuto champagne, sarà che mi hanno portato un po’ di canzoni, della moutarde e ottime susine, sarà che parlare nella lingua di napoleone è insieme rassicurante e bello, come una coperta comoda, nella quale non si ha paura di sbagliare mai, così diverso dal tedesco, con gli errori sempre da temere.

sarà che di questi tempi, nei quali ho di nuovo la voglia di viaggiare, di volare, di sognare cieli nuovi, città nuove, case nuove, vite nuove, ripenso a quando sono partita per la prima volta e la mia meta era uno strano granducato nel buco del culo dell’europa, che si chiamava lussemburgo e dove il francese era di casa.

sarà che parigi a volte può avere lo stesso profumo di berlino, quello dei platani spazzati dal vento, delle scale mobili della metropolitana, della gente tutta diversa che ti guarda appena, solo si gira, quasi arrabbiata, se ti sente fischiare, vezzo da italiani troppo allegri per vivere lì.

sarà che ancora, in fondo, non ho rinunciato a sognare di essere altrove, non ho rinunciato al pensiero sottile dell’essere ovunque, solo di passaggio, per poi morire di nostalgia alla tappa successiva pensando alla precedente.

se domani mi dicessero di scegliere fra parigi e berlino forse sceglierei parigi, e poi mi lamenterei senza sosta che non sono a berlino.

e neanche a lucca.

figurarsi.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a la france

  1. pensierini ha detto:

    Sei una viaggiatrice *dentro*.

  2. oltralpe ha detto:

    Sai che c’è sempre la disponibilità di un letto rifatto al piano superiore con vista sulla collina dalle finestre :-)

  3. AD Blues ha detto:

    L’importante è non sentirsi mai arrivati ;)

    —Alex

  4. Elena ha detto:

    In effetti anche “perdersi” tra i vicoli di Lucca ti porta lontano, perlomeno con la mente…

  5. paleomiki ha detto:

    ci si può sempre organizzare, per un week end parigino, no? :*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...