utensili e parole

il bello della germania è che hanno un utensile per ogni cosa e una parola per ogni utensile.

in effetti loro barano, perché la parola che definisce l’utensile è solo l’unione delle parole che noi metteremmo in una frase, diciamo che hanno portato agli estremi il concetto di parola composta, come noi diciamo “attaccapanni” o “reggiseno” loro possono dire che so, “getränkegroßhandlung” (commercio all’ingrosso di bibite) o “arbeitslosigkeit” (disoccupazione) che può diventare “jugendarbeitslosigkeit” (disoccupazione giovanile) e via giocando.

così funziona per i miei amatissimi utensili da cucina. c’è il Melonenausstecher (svuota melone), il Pizzaschneider (rotella della pizza), l’ Austernbrecher (apri ostriche), il Muskatreibe (grattugia per noce moscata), l’Apfelausstecher (il coso che leva il torsolo dalla mela), il Kartoffelstampfer (meraviglioso spiaccica-patate), e mille altri cosi, tutti naturalmente “spülmaschinengeeignet” cioè lavabili in lavastoviglie.

l’obiettivo di questo viaggio era anche procurarmi un coso che leva i noccioli dalle ciliegie.

(o dalle Ulive, naturalmente, in germania immagino saranno due diversi ma io contavo di fare da bosco e da riviera).

avvicino una commessa e con timidezza mi lancio nella descrizione dell’amato utensile.

“ehm, buongiorno, cercavo un coso che serve per togliere il nocciolo dal dentro delle ciliegie”.

“uno svuotaciliegie?”

“esatto”.

“non è stagione”.

“come?”

“non è stagione”

mi hanno detto proprio così.

“ora è la stagione delle prugne, infatti abbiamo lo snocciolaprugne”.

WM-4010_01

io li amo i tedeschi.

(poi mi spiegheranno come mai avevano l’affettamango, quando diavolo è la stagione del mango in germania?)

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a utensili e parole

  1. AD Blues ha detto:

    Ach! Precisione teutonika!!!
    No stagionen no utensilen ;)

    —Alex

  2. pensierini ha detto:

    A Duesseldorf vent’anni fa acquistammo un aggeggio per fare i bastoncini di patate, lo portammo trionfalmente a casa, dove scoprimmo la scritta: ‘made in Italy’ :-D

  3. Aldo ha detto:

    Ah, Lucia, che profumi di giovinezza e di Toscana mi hai riportato alle narici con la frase “da bosco e da riviera”!

  4. Lucy van Pelt ha detto:

    :-D
    Devo dire però che mi hanno guardata storta una volta che ho cercato di chiedere un “supplemento treno rapido” con un improvvisato Schnellzugzuschlag… forse perche’ nel farlo devo aver sputacchiato un po’…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...