outing

al supermercato HDC fa drammaticamente outing. prende fiato e dichiara con aria grave:

“senti, te lo devo dì? a me piace il caffé tedesco!”

“ognuno ha le sue perversioni”

sospiro.

e decidiamo di comprare il caffé, i filtri e l’imbutone.

un passo mai fatto in tre anni di germania, si compie così, come se niente fosse, in un rewe del centro di monaco di baviera.

imbuto e filtri ok, è facile, uno è di plastica, quegli altri di carta, non c’è molto da capire.

ma quando  si arriva a scegliere la marca di caffé… inizia il mistero.

si guarda, si leggono le marche, si analizzano i colori, ma non ci sono molti punti di riferimento noti, che so, qualche frase che ci induca in tentazione, tipo “vesto vì è bono, fidatevi” o “mmm, ecco, vesto vì è meglio ancora!”

no, sono tutti anonimi, simili, a prima (mia) vista, tutti classificabili come imbevibili.

una signora ci passa accanto, decidiamo di fermarla.

“skuzi zignora autoktona, lei qvale marka ti kaffé befe?”

sfoggiando quel che resta del mio perfetto sassone.

“io, kara straGnera ke fa tomante perZonali in züpermarket, pefo zolo eZpresso, Illy, per precizione. qvuello tetesko fa kakaren.”

e ride divertita.

“mi tia retta! kompri kaffé italiano!!!”

con HDC aspettiamo che si allontani per agguantare di nascosto un jacobs a caso, e infilarlo nel carrello.

un’altra cosa che cerco sempre in un supermercato tedesco sono i coltellini da frutta, è un po’ come le coppette, ne abbiamo per un esercito, ma si vede che occupano poco posto o che HDC non se ne è ancora accorto.

mentre guardo fra i vari coltelli, HDC si ferma incuriosito nel reparto della carta igienica.

(non me lo chiedete, come mai lo incuriosisce la carta igienica, beve caffé tedesco, può avere qualsiasi perversione a questo punto).

mentre ha in mano un pacco marca “lucart” (fatta a lucca-nota di lucettina) passa la stessa signora di prima, indica una marca diversa e gli fa: “ach, no, qvuesta teteska è miGliore!”

a ognuno il suo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a outing

  1. donna allo specchio ha detto:

    de gustibus non disputandi
    oppure perdonate la mia intolleranza:
    “todos los gustos son gustos pero hay gustos que merecen palos”

  2. pensierini ha detto:

    Lucart è riciclata, vero?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...