pensieri a rosenheim

Io a rosenheim c’ero già stata, fra l’altro.
Feci da queste parti la mia ultima trasferta come “lavoratrice tedesca”prima di essere trasferita in italia.
Mi piacque, la piccola città dai muri di glassa di zucchero (le cittadine tedesche sembrano spesso uscite da una pasticceria americana) e con la chiesa che ospitava un quadro dal nome conosciuto: “due pellegrini in visita al volto santo di lucca”.
trovammo la chiesa chiusa quella sera, ci tornerò stamani, curiosa come sono, torno sempre dove trovo una porta chiusa, per vedere se magari prima o poi si apre.
ero con yannick, il prode collega francese compagno di mille viaggi, la strana coppia in black che ha girato il mondo.
adesso sono passata da rosenheim in un giorno di vacanza, prima di arrivare a dresda, e gli occhi sono diversi.
passeggio, vago, ciabatto allegra i sandali sul marciapiede.
nelle vetrine dei negozi vestiti bavaresi, panchine di legno con enormi vecchi color pastello che bevono birra,
la luna, sopra la piazzetta.
rosenheim, insomma.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a pensieri a rosenheim

  1. AD Blues ha detto:

    Ohhhh! Bira di Bafaria!
    Pröst!

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...