ultimo

la mattina dell’ultimo giorno di lavoro prima delle ferie ha ancora addosso i pensieri della giornata che sta per essere affrontata.

vorrei avere già le ciabatte, un libro in mano e la crema solare, ma la testa è ancora piena di email, documenti, richieste e riunioni.

è anche giusto così, sono in vacanza “da domani” e non da oggi.

di seguito la lista dei buoni propositi:

1) dormire (vediamo se il vetro lo raccolgono anche in sardegna alle sei di mattina… signore, fa che no)

2) nuotare tanto, tanto tanto tanto tanto

3) camminare

4) assaggiare un sacco di cose buone

5) leggere i libri che ancora non ho letto

6) cercare e trovare le tracce dei miei antenati, mantovani pazzi dal braccio forte morti sull’isola

7) raccontarvele

8) essenzialmente vivere, quella cosa che quando lavoro non ho mai tempo di fare.

mi farò viva col quaderno a quadretti delle vacanze, ci vediamo di là dal mare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

11 risposte a ultimo

  1. pensierini ha detto:

    E le gatte? :-)
    Ad ogni modo, buonissime vacanze e grazie mille per i tuoi racconti, passati, presenti e futuri!

  2. AD Blues ha detto:

    Buone vacanze!
    Sentiamoci presto.

    —Alex

  3. Megant ha detto:

    Buone vacanze!!!! Goditele tanto ma ricordati anche di noi che restiamo in ufficio e abbiamo bisogno di prendere una boccata d’aria leggendo il blog!!! ;)

  4. donna allo specchio ha detto:

    buone vacanze!!! sono vacanze anche per me ed i miei propositi si riducono ad uno :staccare ,staccare, staccare,
    vediamo se ciriesco

  5. Luciano P. ha detto:

    Per il punto 4, i Culurgiones del barretto nella piazzetta di Torre di Bari valgono da soli il viaggio in Sardegna, oddio, anche gli spaghetti alla bottarga :-D

  6. Valeria ha detto:

    Un grande artista – e poeta – sardo – scriveva così:

    Vorrei essere una pianta
    Vorrei essere una pianta,

    anche un’erba,

    una vite,

    meglio sarebbe un olivo,
    
magari un melograno.

    Poter restare fermo 
e immobile,
    
in un cortile del Campidano,
    
in un orto in Baronia
    ,
in una vigna a Dorgali.

    Sapere la storia di una casa,
    
conoscere l’umore delle stagioni.

    Fare ridere scioccamente
    
anche i più saggi del mio villaggio.

    (Costantino Nivola)

    Anche io vorrei essere sull’Isola, aggrappata alle rocce di Golgo…

  7. biba ha detto:

    Sardegna, ma dove? (cfr. Sardegna quasi un continente…)
    Buone vacanze Luci!

  8. Luciano P. ha detto:

    Quindi dalla Galleria a Genna Silana il passo è breve e i paesaggi stupendi :-D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...