il signor dormiglioni e il suo canetto

lucca, mezzanotte passata, in una strada del centro affollata di passanti, un signore seduto su una panchina di pietra dorme profondamente, con la testa che ciondola pericolosamente in avanti.

sulle sue gambe un canetto nero, bellino, addormentato come un sasso anche lui.

il signore non pare ubriaco, ma nel sonno si spencola pericolosamente e la panchina è piuttosto in alto.

ci fermiamo.

prima io ed HDC, poi un capannello di persone.

tutte a guardare il signore addormentato.

lo chiamo.

“signore, sta bene? vuole dormire qui?”

non mi risponde.

“signore? mi sente?”

alzo un po’ la voce.

il cane apre gli occhi e li richiude.

HDC prova a suonare il campanello della bici (che se a me mi svegliano col campanello della bici bestemmio tutte le divinità in ascolto).

niente.

una signora lo scuote per una spalla con delicatezza.

“si svegli, mi sente?”

nulla.

“non dorma qui, se cade può farsi molto male!”

niente.

il signore continua a dormire così profondamente da non sentirci.

viene il dubbio che abbia un malore.

la signora, che è una volontaria soccorritrice, lo scuote con maggiore decisione.

“mi sa dire come sta? mi sa dire il suo nome?”

il signore non reagisce a nulla, come un computer ibernato.

chiamano il 118.

spiegano la faccenda.

al 118 nicchiano.

mentre sono al telefono il signore si sveglia.

“oh! si è svegliato! come sta?”

“bene”.

il signore si guarda intorno, meravigliato di tanto pubblico.

“il fatto è che il mio cane vuole sempre uscire per fare i suoi bisogni”.

silenzio.

“siamo usciti per far passeggiare il cane, per questo sono fuori casa”.

silenzio.

“ora ci torno, stavo proprio andando lì!”

“ah, bene, allora… buonanotte”

fa il capannello un po’ imbarazzato.

“buonanotte!” risponde il signore col canetto.

chissà dove altro si sarà addormentato, prima di arrivare a casa.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a il signor dormiglioni e il suo canetto

  1. cugifà ha detto:

    ma tu guarda se un “poveromo” non può farsi un pisolino su una panchina, godendosi la “frescura” della sera, senza che qualcuno arrivi a rompere i “corbelli” ;D

  2. AD Blues ha detto:

    Ma che stronzo ‘sto canetto.
    Oh non lo vede che il suo padrone more di sonno! Oh non potrebbe farsela scappare più presto??? :D
    Meno male che dovrebbe essere il migliore amico dell’uomo!

    —Alex

  3. biba ha detto:

    Anche mio padre (95 anni all’alba) si addormentava sempre sulle panchine. E non aveva neanche la scusa del cane… Ora purtroppo non può più uscire da solo, ma fino a un paio di anni fa la scenetta che hai descritto capitava spesso (con corredo di passanti e vicini preoccupati) E’ l’età, arrivarci!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...