Questi posti davanti al mare

Come il trucco di un mago ho messo il costume in valigia.
Così alle sei e mezzo (ma il sole era stato più mattiniero di me) mi sono concessa un tuffo nel mare all’incontrario.
Una sabbia fine come cipria, che colora l’acqua di grigio, mentre i bagnini danno la cera sotto gli ombrelloni.
Confondo destra e sinistra in questo mare all’incontrario, trieste e la puglia a mani invertite rispetto a la spezia e napoli.
La costa si legge come il corano.
L’aria si scalda, fra poco si lavora, ma questi pochi minuti salati sono miei.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Questi posti davanti al mare

  1. AD Blues ha detto:

    Penso spesso a che culo hanno quelli che vivono o lavorano in un posto di mare.
    Possono tranquillamente farsi un tuffo al mattino, per prepararsi perbene alla giornata lavorativa oppure lavarsi via tra le onde tutto lo stress accumulato alla fine della giornata.
    Addirittura, per i più temerari, possono anche farsi la pausa pranzo vista-mare, magari condita da passeggiata digestiva tipo quelle del commissario Montalbano.
    E vogliamo parlare della meravigliosa malinconia del mare in inverno?

    Li invidio.

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...