il messaggio misterioso

nella piscina frequentata da lucettina gli spogliatoi hanno i phon veri.

questo per lucettina è una vera novità: fin da piccola gli spogliatoi delle piscine che frequentava erano dotati di quei cosi che sparano aria calda (d’estate, d’inverno aria fredda) e ci si deve stare sotto con la testa tipo cane spinone.

no, in questo spogliatoio qui ci sono donne tutte eleganti, serie, molto compassate, che si danno la crema come se si trattasse di levigare una statua di michelangelo, che si prendono MOLTO sul serio e che non devono chiedere mai.

i phon veri però sono una ganzata.

sono poggiati su una mensola di legno davanti allo specchio con un cestino che raccoglie i beccucci e i diffusori applicabili.

lucettina, mentre si avviava verso uno dei phon, ha visto in lontananza che sotto a uno c’era un biglietto.

così, facendo la vaga ha provato ad avvicinarsi.

ha preso un altro phon, l’ha acceso e ha iniziato ad asciugarsi i capelli, con la tecnica dello spinone, perché quando uno cresce in una piscina comunale, si asciuga come uno spinone anche In quelle chic.

mentre si sventolava la testa col caldo ghibli ultra potente, fantasticava sul bigliettino.

…. forse un appuntamento segreto…

…forse una storia d’amore, un messaggio destinato a chi avrebbe preso quel phon…

.,.ma come faceva l’altra metà a capire quale phon avrebbe preso la destinataria del biglietto?…

una cosa sapeva per certo: quel biglietto non era per lei. quindi non era suo diritto sbirciare.

anche se moriva dalla voglia.

forse una frase in codice?

forse l’inizio di una storia…

lucettina si immaginava ardenti frasi d’amore, oppure passaggi di informazioni degni di mata hari, che so, una cosa tipo “ti aspetto fuori, sarò quella con la rosa in bocca per non farmi notare…” oppure “so che tuo marito ha un’altra, anche perché quest’altra sono io..”

oppure più banalmente “questa è la ricetta del brasato che mi avevi chiesto ieri…”

quella del brasato era un’ipotesi che lucettina sentiva di poter scartare.

fino a che, a cottura della testa ultimata, non ha resistito.

ha posato il phon e si è avvicinata a quello che custodiva il messaggio.

e, deve confessare, ha sbirciato.

il messaggio era anche facile da sbirciare, scritto in stampatello e col pennarello verde.

“GUASTO”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a il messaggio misterioso

  1. Graziella ha detto:

    Fantastica! :D

  2. cugifà ha detto:

    “…si prendono MOLTO sul serio e che non devono chiedere mai….”
    di solito sono gli uomini …. che in questo caso la chiedono!
    per il resto sempicemente esilarante!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...