mah

avevo iniziato a scrivere la descrizione del sergente, l’istruttrice di piscina che capita più spesso delle altre, ma non ce la faccio, mi prudono le dita e non riesco in alcun modo a trattenere quello che mi viene dallo stomaco.

i giorni scorsi sono stati giorni che non pensavo si sarebbero mai vissuti.

vent’anni passati a farci governare da insolenti disonesti sono serviti per farci arrivare a vedere il parlamento assediato da gente manipolata dalla propria ignoranza.

nel nostro paese non sono mai state maggioranza idee come la giustizia sociale, i diritti dei lavoratori, la scuola per tutti, svecchiata e non svilita, l’accoglienza delle minoranze, l’attenzione per i più deboli.

no, il nostro paese ha sempre votato affinché in parlamento, chi rappresentava quelle forze, fosse presente, ma non fosse mai maggioranza.

con precisione chirurgica il partito comunista prima e i progressisti variamente detti dopo, non sono mai stati veramente decisivi, non hanno mai avuto veramente “le mani libere”.

e in parlamento, per decenni, hanno mantenuto un clima di rispetto istituzionale a volte perfino scambiato per sottomissione, per connivenza, per inciucio (che brutta parola…).

adesso che questi partiti non ci sono più e che si sta lavorando alacremente per spargere il sale sulle loro macerie, adesso le istanze della gente sono apparentemente raccolte dai grillini.

bene.

peccato che non siano certo istanze di giustizia sociale, di scuola per tutti, di rispetto per le minoranze.

la base dell’ideologia grillina è molto, molto diversa.

è un gran mescolone fra destra sociale e sinistra complottarda, mescola l’odio per immigrati e zingari con scie chimiche e multinazionali farmaceutiche che spargono malattie,  utilizza i metodi della gogna e dell’esasperazione dei toni e, come chiaro intento, mai celato, non ha alcuna intenzione di operare nell’ambito delle istituzioni ma le vuole eliminare, abbattere, cancellare.

ora, ogni forza rivoluzionaria fa bene a pensare di voler abbattere quello che non va, il problema di questi “rivoluzionari” qui è la profonda ignoranza con la quale nutrono i propri seguaci e della quale si nutrono.

la mia insegnante di tedesco a dresda mi diceva sempre: “lernen, lernen, lernen, Lenin immer sagte!”.

(Lenin diceva sempre studiare, studiare studiare!)

a me paiono un gregge eterodiretto, ora contro un obiettivo ora contro un altro, con sapiente regia del capo, che sa perfettamente come manipolare coscienze e cuori, in questo, perfetto successore del nano risorto.

la violenza verbale da stadio dimostrata in questi giorni non è una sorpresa, è la stessa violenza mostrata fin’ora fuori dal parlamento e dentro i social network, un’aggressività gonfiata e caricata come un cannone contro l’avversario che diventa nemico solo perché non si conosce la differenza fra queste due parole.

dopo vent’anni di disonestà, ci mancava solo l’ignoranza.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

26 risposte a mah

  1. AD Blues ha detto:

    Vorrei poter dire che l’una ha chiamato l’altra.
    Invece no, non è così.
    I grillini sono solo un’altra banda di cripto-fascisti; “o si fa come diciamo noi o saranno guai”.
    La dialettica schifata e messa in disparte sebbene sia il succo della democrazia.La maggioranza (seppure discutibile) costantemente delegittimata a prendere decisioni da una minoranza che appena può la butta in caciara se non in violenza…
    Se non è fascismo questo…

    —Alex

  2. marcoghibellino ha detto:

    è fascismo decisamente quando in un movimento si comincia a bruciare i libri è bene prepararsi allo scontro fisico

  3. gipo ha detto:

    Io non sono uno che da facilmente del fascista a qualcuno, ma in questo caso, direi che ci sta proprio tutto.
    Magari fossero solo ignoranti, sono fascisti E ignoranti!

  4. biba ha detto:

    Ed è fascismo da manganello e olio di ricino, mica quello in doppiopetto! (anche se sono tutt’e due schifosi)

  5. crash ha detto:

    p.s. sarà un caso Lucia…ma da quando scrivi della (about) piscina….sta piovendo a dirotto su tutta l’Italia…. A parte la battuta…stiamo vivendo un brutto momento. Il nano risorto, falso fin dentro al midollo, ed un comico, accompagnato da un ideologo fantasma, che si comporta da dittatore: non esiste democrazia tra i suoi adepti, se uno si discosta un pelino….è out, perseguitato lui e i suoi familiari in stile kim jong-un. Per non bastare….le parole di casini leader del centro: allucinanti per la faccia da culo che dimostra. I prossimi mesi saranno forieri di cambiamenti…. di rimescolamenti…. di rimaneggiamenti, cose positive per lo più, dove finalmente si vedrà il vero volto delle persone e delle intenzioni. L’importante è che regga il quadro istituzione…ci sia il rispetto dei ruoli e delle cariche istituzionali……..lo spero proprio…

  6. Riccard1 ha detto:

    La marcia su Roma è vicina! Lucia, a te dice bene che stai a Lucca. Invece io dovrò fare le barricate contro questa orda barbarica di istigatori alla violenza e potenziali stupratori. Scusate scappo: ho una trincea ideologica da erigere :-)

  7. laperfezionestanca ha detto:

    Quello che mi fa impressione è che le persone più improbabili sembrano avallare gli orrori grillini. Incontro l’altra settimana un avvocato che stimo, da sempre PCI, DS, etc. ed eccolo che si mette a cianciare in difesa dei grillini. Mi ha lasciato sconvolta. Solo alla richiesta se avrebbe davvero votato grillo ha detto no, voterò SEL. E poi ha aggiunto che però così saremmo stati minoranza. Ma che è questa paura di essere minoranza? E che cavolo, alla fine lo sono stata tutta la vita, posso continuare ad esserlo. Certo non voglio essere maggioranza con questi ceffi.

  8. fiodor ha detto:

    I grillini sono all’ opposizione e fanno l’opposizione. Non vogliono aggregarsi con nessuno perchè sono tutti uguali: lo dicono da tempo e il ritorno del sindaco(minuscolo) di Firenze dal caimano ne è la dimostrazione. Il caimano che dovrebbe essere morto e sepolto viene invece resuscitato in meno di tre giorni e ora ambisce a raggiungere il 40%. Ma non dovrebbe essere fuori dalla politica? Non ho mai visto tanto accanimento verso un partito che fa il suo dovere e non viene persa l’occasione di sottolinearne i passi falsi: la violenza dei loro attacchi è solo contropiede in risposta a violenze anch’esse gravi, eventuali scivolate dovrebbero essere comprese e meglio spiegate dai media che invece sono in guerra contro il M5S e non se le mandano a dire. In fondo sono una banda di debuttanti. Debuttanti che rappresentano il popolo e non vogliono essere come quei professionisti della politica che da decenni stanno in parlamento, ora con una bandiera e ora con l’altra.

    • letteredalucca ha detto:

      Solo una cosa: davvero rappresentano il popolo?

    • AD Blues ha detto:

      Bravo, rispostina da manuale.
      Adesso per favore rifletti: secondo te l’opposizione si fa presentando proposte e cercando di collaborare con chi potrebbe farle approvare oppure facendo piazzate oscene tipo saltare sui banchi e sui tetti del Parlamento, facendo coretti ed esponendo striscioni come allo stadio oppure irrompendo nelle stanze delle commissioni, chiudendovi dentro i colleghi deputati e senatori?
      Sarebbe questo il nuovo modo di far politica? A me pare che tutto quanto visto fino ad ora dai parlamentari del M5S è esattamente UGUALE a quanto visto da parte degli “altri”: tante chiacchiere e niente altro.

      la storia che “è un complotto contro di noi”, che “la stampa non parla delle cose buone che facciamo”, quella di “gli altri hanno iniziato prima”, le abbiamo già sentite.

      Ricordati che la democrazia si fonda anche su quelli che hanno idee diverse e che non basta una sentenza di condanna per delegittimare un politico a fare il rappresentante di milioni di voti. Non è renzy a legittimare il nano di Arcore ma gli italiani che hanno votato il suo partito. Non si possono ignorare solo perché il loro capo è un condannato (anche perché grillo è nella stessa identica situazione, no?)

      a corollario di tutto, se i grillini rappresentano il popolo (e questo sarà da verificare se, visto chi sono “dal vivo”, verranno ancora votati) beh, ne rappresentano meno di un terzo; gli altri due terzi e più degli italiani non sono merde da ignorare solo perché non la pensano allo stesso modo. E’ la democrazia baby, non sarà perfetta ma è il miglior sistema che abbiamo.

      —Alex

  9. Donna allo specchio ha detto:

    Altra cosa fiodor: tu credi si faccia opposizione seria bruciando i libri di chi non la pensa come noi e mettendo alla gogna i giornalisti?

  10. Riccard1 ha detto:

    Il nostro paese è stato letteralmente saccheggiato e continua ad esserlo. Dare del populista o dell’irresponsabile (in realtà gli epiteti sono ben più gravi) a chi si oppone a questa ingnominia significa fare il gioco di chi ci ha condotto allo sfascio e continua, anche grazie ai “ben pensanti”, a fare i propri porci comodi. Si può continuare a parlare del libro bruciato, della inadeguata Boldrini, della violenze verbali. Si, siamo liberi di farlo. Non sarebbe più importante indignarci per il vergognoso decreto Imu-Bankitalia? Non ci frega niente se ci stanno facendo digerire una legge elettorale peggio del porcellum? A me pare che si guardi il dito e non la luna. E molto probabilmente, in questo momento storico, è un errore che pagheremo tutti, a carissimo prezzo.

    P.s.
    Non riscontrare che il M5S (criticabile e fallace come tutti) è oggetto di un linciaggio mediatico, a mio avviso, è una gravie miopia poichè, come vedo dai commenti, i media sono riusciti facilmente ad instillare nell’opinione pubblica solo quello che fa comodo al sistema.

  11. Donna allo specchio ha detto:

    Non parliamo dell’IMU -Bankitalia. io ringrazio la Boldrini visto che ho pagato la 1 rata dell’IMU e la mini IMU (che di mini aveva ben poco) e di dover pagare anche la seconda no grazie

    • Donna allo specchio ha detto:

      Quanto alla legge elettorale, sono la prima a detestare il caro Renzi e il suo berluschenzi o percellum 2, non voto PD di cui non ne condivido la linea politica,ma i modi dei grillini non mi piacciono per niente

  12. Riccard1 ha detto:

    Si sarebbe potuto facilmente elaborare un decreto specifico per la seconda rata Imu o scorporare il provvedimento per Bankitalia ma così sarebbe venuto fuori che il vero obiettivo non era far risparmiare i cittadini ma fare un bel regalo alle banche. Il tutto è passato grazie alla Boldrini che ha bloccato la discussione mettendo il testo in votazione. Inoltre nel regolamento una simile possibilità non c’è: trattasi di un procedimento che nasce da una “particolare” interpretazione di Luciano Violante (!) quando era presidente della camera.
    Alle prossime elezione la Boldrini dovrà spiegare come ha potuto, in un momento di crisi come quello attuale, avallare un cosa simile. Se non ne avrà voglia le basterà sposare il PD, ormai partito di tristi figuri, oppure potrà scontare la pena in una bella poltrona da ministra nel prossimo governo Renzi.

    • AD Blues ha detto:

      Non c’è dubbio che avere accorpato i due decreti sia stata una mossa furbina ma la parte del decreto che riguarda Bankitalia non è affatto un furto ai danni di noi cittadini, anzi, grazie alle tasse che verranno incassate porterà bei soldoni in cassa allo Stato, cioè a noi.
      http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/02/05/il-decreto-bankitalia-non-e-un-furto-agli-italiani/870346/

      • AD Blues ha detto:

        PS = come fatto notare dall’articolo linciato: come mai i grillini non hanno fiatato al senato quando lo stesso decreto è passato in sordina e senza alcuna protesta? Forse perché c’era meno esposizione mediatica? Mi dispiace il mio giudizio su di loro resta lo stesso; nessuna differenza verso gli altri parlamentari, anche con qualche aggravante, a dirla tutta. Una delusione enorme.

      • Riccard1 ha detto:

        È un regalo alle banche, mai detto che è un furto ai danni dei cittadini. In un periodo come questo per me è una vergogna regalare soldi alle banche. Però si può essere contenti se si è convinti che questi istituti pensino al benessere patrio. Per carità.
        Aggiungo che in senato le regole sono diverse che in parlamento ma nessuno si è preso la briga di dirvelo.

        Certo che si è cercato l’esposizione mediatica: è una porcata! Se ingiustamente dovessero licenziarti, che fai? Protesti fischiettando o ti incateni ai cancelli dell’infame azienda?

      • AD Blues ha detto:

        Se mi dovessero licenziare ingiustamente vado dal giudice del lavoro non mi incateno perché in questo modo non mi ridarebbero certo il lavoro. Anzi probabilmente mi arresterebbero ed avrebbero ragione.

        Molte banche dovranno vendere le loro quote … Non lo vedo tutto questo scandalo. Ma certo, si può lasciare il valore di Bankitalia a 195mila euro. Si si…

      • Riccard1 ha detto:

        Quindi chi protesta, ad esempio, sui tetti è un povero scemo che non conosce le vie legali per chiedere ciò che gli spetta. Poveri ignoranti. E io che pensavo di solidarizzare con loro. Anzi , vista l’illuminazione, adesso vado di corsa nelle belle e brave banche di cui sopra chiederò un mutuo o un finanziamento che non vedranno l’ora di erogarmi :-)

  13. fiodor ha detto:

    Siccome chi sta in Parlamento espone il volere del Popolo che è sovrano, non si può determinare se alle successive elezioni verranno confermati ma al momento è incontestabile che ognuno rappresenti il popolo. Non si può nemmeno dire che siano meglio alcuni di altri, ma nemmeno che siano peggio: invece viene rimarcato dai Media ogni comportamento sopra le righe commesso dai cittadini del M5S. Riflettendo meglio considero che il Movimento, che non è un partito, non fa piazzate diverse da quelle cui ci hanno abituati quelli che si sono alternati all’opposizione anche in epoche diverse, senza voler andare indietro negli anni. Spesso è capitato che siano volate le mani e manifestazioni folcloristiche, in stile della Lega, dovrebbero aver insegnato che anche il Parlamento non è altro che una piazza e a volte gli animi si riscaldano. Niente di nuovo quindi almeno sotto l’aspetto negativo imputato al M5s. Finendo con il Caimano, per il Movimento non sarebbe mai stato candidabile solo per tutti gli organi di informazione che possiede e che manipola. Se per 20 anni ( e spero ci siano bastati) ha fatto i suoi comodi, forse qualcuno glie l’ha fatto fare.

  14. Giorgio ha detto:

    Sono sempre quello di prima, che ti ha scoperto oggi.
    Sempre più… bellissima scoperta!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...