piatto tipiko tetesko

ho un debito di riconoscenza verso kadir nurman.

mi faceva sorridere quando i miei amici crucchi, parlando del doner kebab, lo chiamavano “un piatto tipico tedesco”.

in effetti era stato inventato a berlino, quindi era tedesco, non fa una piega.

non il kebab in generale, naturalmente, ma la sua versione da passeggio, comprata al volo quando la fame è tanta, la voglia di trogolezza pure.

adoro il kebab.

e con buona pace dei tedeschi vi rivelerò una cosa sconvolgente: il kebab a lucca è più buono che a dresda.

parliamone…

il mio kebabbaro di fiducia lo fa con le patatine, la salsa di  yogurt, l’insalata, la cipolla quella non ce la metto, non ce la mettevo neanche in crucconia, il pomodoro, la salsa piccante, ketchup, maionese e ovviamente carne, credo di pollo e tacchino.

a dresda non c’erano patatine, c’era l’orribile verza al posto dell’insalata e la carne era molto peggiore.

il kebab è fatto così, è democratico, si adatta ai gusti della gente dove arriva. i tedeschi amano la verza, ecco la verza, gli italiani le patatine, eccole qua.

non ho mai sentito discussioni animate su come sia “il vero doner”. provate a fare una carbonara con la panna e vedrete cosa vi succede.

eppure è con la panna che sono strasicuri venga fatta la carbonara chiunque abiti oltre le alpi.

io stessa ho il vomito quando vedo la “pizza broccoli”, o la “pizza cotoletta”, ma lo devo ammettere: noi italiani siamo di un palloso colossale sull’argomento.

a volte sarebbe meglio essere come l’ecumenico doner kebab, buono in ogni foggia, senza tanto pedigree e ricette della nonna, e essere fieri di aver dato i natali anche a qualche cibo che non ti saresti mai aspettato.

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

20 risposte a piatto tipiko tetesko

  1. zetaelle ha detto:

    Patatine e ketchup nel kebab???
    Carne di pollo o tacchino??
    Ehm, ricordami di non prendere il kebab la prossima volta che vengo a Lucca :D

    Piuttosto il bucellato! :p

  2. marcoghibellino ha detto:

    Tranquilla Lucy, se c’è una cosa che a noi italiani non manca , è l’essere infinitamente beceri

  3. Megant ha detto:

    Da quando ha chiuso il mitico Konopizza il kebab è il piatto tipico dei nostri giorni al Comics e lo posso garantire: il kebab a Lucca è il più buono che abbia mai provato!!!! Ma non diciamolo troppo forte altrimenti richiede il marchio DOC!! ;)

  4. cugifà ha detto:

    direttamente dai versi del maestro Alighieri mi vien da dire
    “galeotto fu ‘l kebab e chi lo preparò”
    ;D

  5. Nerico ha detto:

    Anche a me il kebab piace tantissimo. Ma da quando ho letto questo articolo http://www.corriere.it/salute/nutrizione/09_gennaio_27/kebab_bomba_salute_elena_meli_2c05d136-ec69-11dd-be73-00144f02aabc.shtml sono diventato più prudente… “1990 calorie senza contare verdure e salse, il 346 per cento della razione quotidiana di grassi saturi e il 277 per cento della quantità giornaliera di sale.” Rabbrividiamo.

    • crash ha detto:

      …ancora….probabilmente lo sapete già che….dai risultati di uno studio inglese condotto da un pool di scienziati e nutrizionisti da 76 istituti di ricerca sparsi per il Regno Unito si evidenzia che…. “non mancano aree di assoluta oscurità: nel 9 per cento dei casi, infatti, non è stato possibile individuare chiaramente la natura della carne triturata. In quella fascia pare siano state individuate tracce di polmoni, cuore, lingua, occhi e addirittura ossa di diverse bestie nonché scarti di macelleria a concludere gli enormi rotoli che vengono arrostiti e tagliati in pezzettini sugli spiedi di mezza Europa. A concludere l’indagine, non va dimenticato che in quasi tutti i campioni di carni analizzati dal team britannico sono stati individuati batteri come l’ Escherichia Coli e lo Staffilococco aureo, una delle specie batteriche più diffuse e pericolose in grado di provocare serie infezioni all’organismo”. “Questo senza considerare le elevate quantità di conservanti e additivi chimici, sostanze spesso cancerogene, che servono per stoccare e trasportare gli ordini in giro per l’Europa – in particolare dalla Germania in tutto il Vecchio Continente”……buon appetito!

  6. paleomichi ha detto:

    Concordo con il Cugifà, W il kebab!
    Quello del baracchino di fronte alla stazione di Magonza era sublime, devo ammettere, mai mangiato di più buono. Peccato che a un certo punto abbiano cambiato gestione e non sia rimasto allo stesso livello, sigh…

  7. gipo ha detto:

    No, no, io sono palloso anche sul kebab:
    con le patatine e il ketchup, è da barbari!
    (e cipolla a fiumi…)

  8. maurizio ha detto:

    il chebabb??
    Ohibò, quella roba dal mio corpo ci deve solo uscire.

  9. laperfezionestanca ha detto:

    Io mangio vicino casa mia uno splendido kebab fatto da uno strano micro supermercato (20 mq) indiano o Sri lankese (boh?!) buono buono ma super piccante. Il posto è un po’ sporchino, ma si sa, qui a Naples siamo vaccinati.

  10. donna allo specchio ha detto:

    buono il kebab!! peccato che con i miei problemi attuali di fegato non lo digerisca più, pero non con le patate fritte, concordo con gipo

  11. donna allo specchio ha detto:

    per me anche la carbonara con la panna è da barbari, ma io sono una purista non un ecclettica …., qui in francia mi sgolo a dirlo che a roma (neanche in italia che la carbonara è un piatto romano, non italiano) si fa con l’uovo, senza la panna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...