papaveri e…

mamma papera ha una mise perfetta e colori bellissimi, disegnati addosso al corpo aerodinamico che sembrano sottolinearne la muscolatura allenata per anni e anni in acqua e fuori.

le zampe forti, muscolose, i piedi piantati solidamente a terra e sollevati con grazia alla bisogna.

davanti a lei le paperine, di tutti i colori e di tutte le forme, aspettano istruzioni.

si fanno avanti piume rosate, giallastre, blu elettrico, occhi cerchiati di rosso, di nero o di verde, panciotte arancioni e culi da papera di ogni dimensione.

mamma papera le guarda sconsolata.

ci riusciranno mai?

la classe che le è toccata pare uscita da una covata difettosa.

sgangherata, sconclusionata, ciacolona.

tira un sospiro e comincia a farsi seguire.

“alzate una gamba, forza! prima su e poi giù, cercate di mantenere l’equilibrio, coraggio, non è difficile! su e giù, su e giù!”

le paperette cominciano e qualcuna si ribalta.

in mezzo a loro, con la lingua fra i denti, una duffy duck improvvisata, nera e impacciata, segue con attenzione maniacale ogni gesto della papera maestra.

si immagina già, bella come lei, spiccare il volo dall’acqua e guadagnarsi le piume colorate che tanto le piacciono, abbandonando, una volta tanto, il nero che le è stato dato in sorte.

“ora l’altra gamba! forza!”

“ora fate schizzi con le zampe tutte insieme, dai!”

le papere si esibiscono in un frastuono di spruzzi senza senso.

“adesso in cerchio, più veloce che potete!”

le papere rischiano l’incidente frontale.

ma l’acqua è fresca, i sogni si colorano di verdi prati, di alberi frondosi superati in un sol colpo d’ala, di voglia di migrare e di cercare nuovi mari, nuovi soli, nuove rotte.

la giornata è finita, i brutti pensieri scivolano via, nell’acqua, la lezione di acquagym è passata in un attimo.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a papaveri e…

  1. marcoghibellino ha detto:

    io faccio altri allenamenti con l’acqua, per esempio aggottare in taverna e garage , acqua alla caviglia e tonnellate di riviste da buttare [ censura!! ] sono all’opera da 3 ore e non sono nemmeno a metà, smetto e rimando a domani che ho 180 pulsazioni e sono sudato come un cammello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...