un segno diverso che non arriva

2013-05-26 21.24.13

ecco la storia.

nel 2001 andai ad abitare a lucca, in una bellissima, piccolissima corticella di via del battistero.

per chi non abita a lucca si sappia che, via del battistero, viene anche chiamata “via degli antiquari” perché, tradizionalmente, ci sono negozi di antichità, e ogni mese, in un fine settimana specifico, c’è anche un mercatino, che si svolge il sabato e la domenica.

le luci che vedete nella foto qui sopra venivano accese il venerdì sera, perché, mi dissero, chi montava il mercatino arrivava spesso la notte fra venerdì e sabato, in modo da essere pronto presto al mattino.

io ero decisamente disturbata da tutto quello spreco di illuminazione per niente, ma aspettavo la domenica sera per vedere che cosa sarebbe successo.

puntualmente le luci rimanevano accese.

accese il lunedì, a volte il martedì, a volte fino al mercoledì.

“pronto? parlo con i vigili? le luci supplementari di via del battistero sono di nuovo rimaste accese, come devo fare per farle spegnere? stanno illuminando la schiena dei gatti…”

“deve parlare con l’ufficio illuminazione e cimiteri”

“pronto? ufficio illuminazione e cimiteri?”

“sì?”

“le luci supplementari di via del battistero sono ancora accese, potreste spegnerle?”

“no, non possiamo, ci vuole un tecnico”.

“capisco. senta, questo mese il mercatino NON era in via del battistero, ma soltanto in piazza san giusto, mi sa dire come mai sono state per cinque giorni accese le luci per niente?”

“ah, vede, è tutto un unico impianto, non si può mica accendere solo da una parte…”

“voi siete dei pazzi, arrivederci”.

la foto che vedete qua sopra è stata scattata ieri, domenica.

non c’è era nessun mercatino in via del battistero.

era in piazza san giusto.

nel 2004, dopo anni di telefonate inutili mandai una lettera alla cronaca locale.

mi lamentavo dell’amministrazione stolta di questa città, che non era buona neanche a girare un interruttore.

siamo nel 2013.

il sindaco per il quale mi sono impegnata e che gira in vespa per inquinare meno lo sa che esiste via del battistero?

lo sa che esistono luci che vengono tenute accese inutilmente per giorni e giorni, a illuminare la schiena dei gatti?

io lo so perfettamente che i problemi del mondo non passano per via del battistero, ma un’amministrazione locale, se non riesce neanche a girare un interruttore, che cosa amministra?

perché dopo 13 anni le luci di via del battistero continuano a illuminare gatti?

che devo fare?

devo prendere una fionda?

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a un segno diverso che non arriva

  1. marcoghibellino ha detto:

    fionda e bulloni

  2. AD Blues ha detto:

    Parte delle inefficienze delle amministrazioni pubbliche deriva anche dall’inefficienza non dei politici ma dei tecnici che NON cambiano quando cambia l’amministrazione…

    —Alex

  3. cugifà ha detto:

    …… ci vuole buona mira!

    • marcoghibellino ha detto:

      c’è chi la ha ^^, vivo in una strada interna , traffico solo dei residenti, lunga 50 m scarsi, ci sono 8 dico 8 ! lampioni , uno esattamente davanti alla finestra della mia camera da letto . In inverno non è un problema, ma d’estate a finestre spalancate posso leggere a letto senza abat jour ; c’è però un anonimo guerrigliero che mediamente una volta all’anno giustizia il lampione . One shot one kill, la lampadina colpita per esempio a luglio di norma viene cambiata il febbraio successivo.

      • donna allo specchio ha detto:

        Immagino l’invasione di zanzare d’estate….,W l’anonimo guerrigliero allora…. lol

  4. crash ha detto:

    ..davanti alla sordità del Comune….io suggerisco di munirsi di una scala, indossare una pettorina gialla per sviare la curiosità dei passanti, e con tranquillità svitare – senza toglierle – le lampade, lasciandone accese un paio giusto per non pestare qualcosa di notte per terra. Il tutto da eseguire a lampade spente, mi raccomando……

  5. laperfezionestanca ha detto:

    Il tuo secondo nome è Davide!

  6. marcoghibellino ha detto:

    Donna,
    ( http://images.moviepostershop.com/donna-cosa-si-fa-per-te-movie-poster-1976-1020490934.jpg )

    le zanzare , è una cosa strana, non ci sono , non troppe in realtà, anche se l’Arno è a solo 500m da casa , molto più fastidiose le mosche diurne , forse a causa di vicini pollai che mi creano qualche problema come il gallo nottambulo che canta alle 3 di notte . Ho in parte risolto scovando in una botteguccia la carta moschicida, orrenda a vedersi ma efficacissima

    • marcoghibellino ha detto:

      PS rileggendo il post mi cade l’occhio su una frase ” il sindaco che per inquinare meno gira in vespa” hummmmmm mica mi convince , fermo restando che per girare nei nostri centri storici la vespa è comodissima , se il mezzo usa benzina ( 4 tempi) il risparmio di inquinamento è dato solo dal minor uso di carburante rispetto ad un auto, se usa miscela ( 2 tempi) è addirittura più inquinante

  7. tittisissa ha detto:

    Io sarei decisamente per la fionda.

  8. Gino il pollo ha detto:

    A mia madre, che ha 72 anni, a volte vengono dei pensieri un po’ nostalgici di tempi passati, e una notte, passeggiando fra i muri illuminati di Lucca, mi disse: “Non puoi immaginare quanto fosse bella Lucca quando era buia…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...