si riparte

stamani torno al lavoro, finito il tempo del riposo forzato, del divano, del plaid, delle gatte, degli exit poll.

sono stata bene a casa, è stato il momento della lettura, della calma, del pigiama, della settimana enigmistica e di facebook compulsivo.

una cosa mi ha colpito.

casa mia di mattina.

casa mia di mattina è bellissima. il sole entra dalle finestre e scalda il pavimento dividendolo in strisce di caldo e di freddo sulle quali dormono i gatti.

mi è sembrato di essere l’amante segreta della mia stessa vita, ho guardato gli oggetti consueti da una prospettiva diversa, da bambina, o da pensionata forse.

ignoravo per esempio che il sole battesse sopra al ficus alle 11.30. troppo occupata il sabato e la domenica per accorgermene, troppo lontana gli altri giorni per vederlo.

non sapevo che la gatta nera dormisse sul tavolo da pranzo la mattina, perché lì sente meglio l’odore della pianta del centrotavola.

non avevo mai visto quanto fosse sporca la finestra di cucina, per la cronaca: è rimasta tale.

ho scoperto i segreti della casa deserta, come uno beccato al semaforo a ficcarsi le dita nel naso, sono rimasta meravigliata a vedere che luce diversa abiti le mie stanze quando io non ci sono.

i termosifoni sono spenti, l’aria non sa di cucinato, i rumori della piazza sono diversi. ci sono muratori, spazzini, vecchie signore che inveiscono contro le nuore.

mancano i bimbi e i ragazzi, che sono a scuola.

anche la  radio è diversa, di mattina.

casa mia, quando non ci sono, pare divertirsi un sacco.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a si riparte

  1. tittisissa ha detto:

    Eh, conosco benissimo anche io quelle sensazioni…
    Quando capita, per un motivo qualsiasi, di dover restare in casa durante un giorno infrasettimanale, poi ne sento la nostalgia.
    Durante il weekend la casa assume un aspetto diverso, o molto più semplicemente siamo noi che la guardiamo diversamente…ma di giorno, la casa ha un silenzio pacifico che non ha uguali. E una luce calda e accogliente.
    E le giornate sembrano più lunghe, più tranquille…
    E spesso succede anche a me di scovare qua e la angoli che nella memoria hanno luci diverse.
    Un fiore sul terrazzo, un oggetto sulla libreria, la gatta che dorme acciambellata sulla spalliera del divano accanto al calorifero.
    Amo la mia casa. Mi fa sentire calda e protetta. E lasciarla, poi, per riprendere il tran tran quotidiano diventa difficile.

  2. AD Blues ha detto:

    L’importante è che adesso stai meglio!
    —Alex

  3. donna allo specchio ha detto:

    e’ bello stare a casuccia anche se non si sta al meglio, ma riprendere la propria vita quotidiana non è neanche tanto male, purchè non avvenga troppo nella pressione sopratutto se duole la schiena o se si ha la sciatica

  4. franceskaos ha detto:

    Per noi che lavoriamo il weekend spesso è una schedulazione di eventi al pari degli altri giorni: pulizie, piscina, pranzo, spesa, cena con gli amici… Invece quando sei malata e non puoi fare altro che stare in casa e non affaticarti godi del tempo che passa lento e dei mille hobby che non hai mai tempo di fare: un bel libro, il ricamo, l’album delle foto. Perfino stirare con calma sembra bello! Poi dopo 2 settimane ti sei messa in pari con i panni, sei satura di hobby e non vedi l’ora di tornare a lavoro!! Almeno per me è così, non sono fatta per fare la casalinga.

  5. donna allo specchio ha detto:

    neanch’io, è per questo che i lavori di casa non sono previsti nemmeno quando sto male

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...