Lussemburgo

Lussemburgo sa di neve e vetiver, come una vecchia nonna elegante.
ricorda un vecchio nobiluomo in giacca da camera, annoiato e senza eredi, che guarda con calma la sua collezione di dipinti a olio che ritraggono gli antenati.
girato l’angolo la città trova il vetro e l’acciaio che non si immaginano giù al Grund, trova il moderno, il futuro direi, il mondo nuovo.
Lussemburgo il sabato mattina profuma di pane, marmellata e di C. che mi accudisce come un bimbo, perché sono riuscita a prendere l’influenza proprio a Lussemburgo.
e allora capisco, ancora una volta, come una città possa fiorire, anche sotto la neve,  grazie al sorriso dolce di un’amica.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Lussemburgo

  1. AD Blues ha detto:

    Che sfortuna!
    Meno male che ci sono le amiche dal sorriso dolce!
    A proposito salutamela tantissimo quell’amica!!!

    —Alex

  2. tittisissa ha detto:

    Forse è inserito nell’elenco dei migliori tra i piaceri della vita, il sorriso dolce di un’amica :-)

  3. cugifà ha detto:

    Non c’è male! ammalarsi fuori casa senza i propri confort non è proprio carino, (può darsi che sei recidiva?)
    Avere accanto una persona amiche che ti coccola con un sorriso e mi immagino con tante altre cose comunque fa proprio sfogo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...