la notte che passa Sankt Nikolaus

stanotte.

chissà se si ricorderà anche di me, quaggiù.

la prima volta che misi fuori una scarpa per vedere se ero davvero stata buona sankt nikolaus me la fece trovare piena di dolcetti.

la prima volta che misi fuori una scarpa per sankt nikolaus abitavo dentro una giraffa, avevo a cena thomas e arne, parlavo una strana lingua piena di patate, fuori nevicava spesso e volentieri, viaggiavo su un trammino giallo, al lavoro mi nascondevo dietro a un ficus benjamin, mangiavo kohlrabi, sapevo dove trovare le matjes per colazione, amavo i brötchen con la marmellata di lampone o con la pasta d’acciughe.

la mia tastiera al lavoro aveva la ß al posto dell’ apostrofo, la ö al posto della o, e le altre vocali di conseguenza e, cosa peggiore di tutti, la y al posto della z, che mi faceva scrivere cose assai bislacche nelle mail internazionali.

nella casa della giraffa ho imparato a togliermi le scarpe entrando in casa d’altri e in casa mia, ho imparato la solitudine e la voglia di amici intorno, ho imparato a preparare cappuccini dopo cena, ho imparato ad aprire le caselle del calendario dell’avvento, ho imparato a fare il centrotavola di natale con le quattro candele, ho imparato a fare il feuerzangenbowle e mille altre cose.

e così oggi prenderò una delle mie scarpe più belle, la pulirò a dovere e stasera la metterò fuori dalla porta, per sentire di nuovo, a tanto tempo e a tanti chilometri di distanza, il profumo del dicembre di dresda, degli amici lontani e della neve, che piano piano scende giù.

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a la notte che passa Sankt Nikolaus

  1. AD Blues ha detto:

    Già, il foierganzenboier !!!
    Sono mezzo brillo solo a sentirne parlare!!! :-D

    —-Alex

  2. cugifà ha detto:

    allora stasera devo mettere in bella vista la lanterna di Dresda con la quale si canta la canzoncina?

  3. Simona ha detto:

    sicuramente si ricorderà di te…e noi siamo curiosi degli aggiornamenti! un bacione, stella!!

  4. crash ha detto:

    …se mettessi fuori dalla porta una scarpa, fosse anche la più brutta, molto probabilmente non la ritroverei più il giorno dopo, purtroppo….

  5. emilia ha detto:

    sono, almeno per breve tempo, tornata. Dai un’occhiata al 6.12 :)
    baci

  6. tittisissa ha detto:

    Che bello leggere di tradizioni differenti dalle nostre… E si che San Nicola qui dalle mie parti è un santo importante, sopratutto nel Barese…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...