risveglio con due gatte

come sanno in tanti vivo con due gatte (e anche un marito, in effetti, ma meno peloso).

queste due gatte sono diversissime fra loro.

tanto priska è antropizzata, tanto frida è gattizzata.

priska cerca le coccole, il relax, le fusa sulla pancia, la grattatina dietro le orecchie, le carezze sulla testa.

frida cerca il piano che aveva nascosto per costruire una catapulta.

stamattina, marito a Pescara per lavoro, le gatte tutte e due con me.

priska, centro gradi di pelo, sulla mia gamba, mi guarda languida e sobbolle come una pentola di fagioli a fuoco basso.

frida, due occhi nel buio in fondo al letto fa anche lei le fusa, al pensiero di un qualche progetto malvagio che ignoro.

decide di puntare alla coda di priska.

priska la avverte con un ringhio che non è cosa.

questo ovviamente la incoraggia.

come bugs bunny nelle sue migliori interpretazioni, la microgatta scava un tunnel sotto le coperte per arrivare esattamente alla punta della coda di quell’altra.

l’altra si sdegna. si alza, si stira mostrandomi il buco del culo in tutta la sua magnificenza e se ne va.

il letto è totalmente a disposizione del piccolo buco nero.

che decide di:

1) masticarmi un alluce

2) giocare a catapultarsi di sotto

3) raccattare una pallina pelosa sudicia come pig pen, portarsela sul letto e giocarci lì.

il microgatto nero infatti mi ha insegnato che i gatti sono capaci di decidere quale posto è il migliore per giocare e se l’oggetto col quale decidono farlo è lontano non importa, basta andare a prenderlo e portarcelo.

priska, occorre dirlo, non ci arriva a fare questo ragionamento, o, più probabilmente, non le è mai interessato farlo.

frida invece essendo assai più diabolica è in grado di costruirsi i giochi che più le piacciono mettendo insieme le cose che le servono.

non sempre i piani di conquista del mondo vanno a buon fine ma diciamo che ha delle percentuali di successo niente male. so che un giorno chiederà le chiavi di casa per andarsene a fare un giro, quel giorno priska potrà smettere di guardarsi le spalle con aria preoccupata.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a risveglio con due gatte

  1. AD Blues ha detto:

    C’è bisogno di ripetere che adoro i gatti? :-D

    —Alex

  2. Lilith ha detto:

    Frida mi ricorda tanto i miei due teppisti maschi e la Priska la mia timidissima Baby.
    Prova ad immaginare cosa vuol dire avere due Fride scatenate insieme…;-)

  3. donna allo specchio ha detto:

    Che bel post!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...