per alice pesciolino e la sua sorellina appena nata

Cara alice pesciolino,

Quando sei nata mi divertii a mandarti un pensiero da lontano, bimba sconosciuta, vista soltanto qualche volta dentro a una pancia che felicemente si ingrandiva e qualche altra volta fuori, meravigliata che in così poco tempo tu avessi smesso di essere un pallone per avere gambe e braccia e denti e ciuccio in bocca.

Adesso ti riscrivo, perché mi ha scritto il tuo papà, dicendo ai suoi amici che è nata la tua sorellina, che si chiama giulia, che mamma e babbo stanno bene e che tu anche, solo temono magari che tu ti ingelosisca un po’.

E così ti scrivo per dirti che sì, forse sarai anche un pochettino gelosa di questa sorellina appena arrivata, e che almeno all’inizio non potrai combinarci granché, troppo piccola per giocarci, troppo grande per ignorarla.

Ma vorrei anche dirti che fra poco tempo ci sarà da divertirsi, saprà camminare, afferrare, giocare e leggere, mangiare e ridere e a volte piangere, perché i bimbi piccoli a volte lo fanno, è fastidioso ma bisogna capirli, sono solo troppo piccoli, non sono cattivi.

E vorrei anche dirti che magari, a volte, giulia vorrà usare i tuoi giochi e le tue cose. Mio fratello lo faceva, era un po’ noioso, ma alla fine non era poi così male, no, sto mentendo, era terribile, ma poi ci si rassegna.

e sappi anche che un fratello minore prima o poi cresce anche se non vuole e quando cresce smette di rompere le scatole, smette di scarabocchiare coi pennarelli i libri che ti piacciono e smette anche di  tagliare i capelli alle bambole.

a quel punto diventa perfetto.

buona vita a tutte e due, bimbe belle!

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a per alice pesciolino e la sua sorellina appena nata

  1. nico ha detto:

    :-) grazie, è molto bello!
    N.

    P.S. per ora comunque va tutto bene anche se …
    … “Alice, guarda, Giulia non ha neanche un peluche, vuoi regalarle uno dei tuoi?”
    “Si”
    “Brava, vuoi darle il papero Gegé?” (che peraltro non hai mai cagato nemmeno di striscio e che ci anche è costato un occhio… n.d.b. )
    “Si”
    “Brava Alice, guarda Giulia ci gioca, sei contenta?”
    “Si”
    “Brava Alice”
    “Si bLava, ma adesso tocca a me giocare con Gegè …”
    “… Alice, guarda, Giulia non ha più nessun peluche …”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...