in effetti fa freschino

mi ero ripromessa di non parlare del tempo, per non cadere nella trappola da tg2 di parlare del freddo d’inverno e del caldo in estate, come se le due cose fossero notizie, però questo freddo in qualche modo mi ricorda la mia vecchia vita e allora ve lo racconto, il freddo di lucca, che in questi giorni assomiglia a quello di dresda.

dove lavoro la neve è alta, le strade sono pulite e si esce per andare a mensa con l’aria di chi sta andando al rifugio a mangiare la polenta in umido.

porto gli scarponi di dresda, batto le punte delle scarpe sul muro prima di entrare, per togliere la neve dalle suole e mi sento il nonno di heidi, saggio conoscitore degli usi di montagna, io, che invece sono pianigiana.

le guance frizzano, a me viene una strana euforia da freddo e da neve, guardo i rami ricamati, gli abeti carichi e le apuane imbancate.

una finestra divide il lavoro dalla vacanza.

c’è una sola grande differenza con dresda, alla quale non posso non pensare.

qui c’è dappertutto il sale. non solo nelle strade, anche nei viottoli, nei marciapiedi, nei sentieri.

a primavera ci sono le elezioni e nessuna amministrazione locale è disposta a far figuracce come quella dell’anno scorso.

e così si sala ovunque, come se il sale, dopo aver sciolto la neve, scomparisse.

a dresda, a parte per le grandi strade e per le emergenze, non si usa mai il sale, perchè il sale, cartagine lo insegna, non fa bene.

a dresda si usano piccoli sassolini che si spargono sulla neve e fanno aumentare la presa, poi al disgelo si raccolgono di nuovo e si mettono da parte per l’anno dopo.

qui invece si sala, si sala, si sala. un anno dopo l’altro.

vero che la neve di qui è ben altra cosa, dura poco, a dresdina durava una stagione quello che qui dura sì e no una settimana, ma tutto questo sale per terra sparso senza criterio mi spaventa un pochino.

non potremmo usare un po’ di sano buonsenso, usare il sale solo dove necessario e magari evitare di pretendere di andare in giro con i tacchi a spillo quando ci sono trenta centimetri di neve?

:)

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

22 risposte a in effetti fa freschino

  1. crash ha detto:

    …mi ricordo…quando raccontavi che il ghiaino veniva raccolto al termine dell’inverno, mi ricordo del piccolo leprotto….che faceva capolino nel cortile (che fine avrà fatto ?…). In effetti spargere sale serve a poco/niente se la temperatura è sotto lo zero: abbassa il pto di congelamento dell’acqua. L’ideale è il ghiaino.

  2. AD Blues ha detto:

    Crash, spargere sale serve proprio a quello! Sciogliere il ghiaccio ed evitare che si riformi facilmente.

    Il problema del sale è principalmente “ecologico”; infatti il sale brucia le piante, finisce nella terra e la “sterilizza” (per semplificare).
    Senza contare che il suo costo non è proprio roba da poco e che a lungo andare rovina pneumatici e carrozzerie delle auto.

    —Alex

  3. Megant ha detto:

    Bisognerebbe avere un po’ di…sale in zucca! Oddio ma l’hanno sparso per strada!!!

  4. Pierluigi ha detto:

    il sale ha un impatto ambientale tremendo

    http://www.informarexresistere.fr/2012/01/31/neve-e-gelo-il-sale-sparso-sulle-strade-fa-morire-ogni-anno-in-europa-700-000-alberi/#axzz1lJIgLW6j

    le amministrazioni che spargono sale dovrebbero ricevere il premio Attila.
    Stiamo creando un deserto per i nostri figli.
    Quando ero bambino ci si muniva di pala e si spalava, era un bell’esercizio e si socializzava.

  5. crash ha detto:

    Alex, se i tedeschi buttano i sassolini ci sarà un motivo…. non è solo un problema ecologico. Il sale potrà funzionare sul ghiaccio, non sulla neve fresca: diventa uno spreco e basta. Ripeto: a temperature troppo rigide l’effetto si vanifica…. L’effetto peggiore del sale è sul cemento….ponti…viadotti.. dove va ad impoverire , quando penetra, il ferro contenuto nel cemento…..

  6. Bianca Hamburg ha detto:

    Confermo, quassù spargimento di sassolini ovunque. In realtà non saprei se poi li recuperano, forse no o non in tutte le strade. Pero’ finalmente ce l’abbiamo pure noi la neve (era ridicolo che nevicasse in Italia e qui niente, oh!)

  7. Donna allo specchio ha detto:

    pala? splalare? vallo a dire a quelli che scivolano in bici sul suolo ghiacciato !!! Là c’è poco da spalare!!

    Qui in Francia si mettono dei piccoli sassolini, ma si mette anche il sale nonostante non ci sia neve, solo per evitare di scivolare su certi suoli e sono riconoscente perchè l’idea d’inciampare con la mia ernia discale non mi attira proprio. Detto cio preferisco i sassolini al sale che inquina

  8. stefafra ha detto:

    In Svizzera mettevano un miscuglio di ghiaino e sale. Tentativi di usare sistemi piú ecologici, tipo solo truccioli di legno (a Neuchatel) risultarono in piste di pattinaggio e casini vari.
    Qua, quando si degnano, mettono un misto di ghiaino orrendo (la ghiaia qua é di selce, immaginatevi il gaudio ad andarci in bici sopra, perfora i copertoni e i tubi interni che é una meraviglia), sale e melassa, che pare serva a far stare il miscuglio dove serve e a limitare il quantitativo di sale.

  9. stefafra ha detto:

    Il sale fa malissimo anche alle biciclette (la mia catena alla fine dell’inverno svizzero era sempre una massa di ruggine e sabbia), ma le lastre di ghiaccio “nero” e invisibile non fan bene neppure loro, a macchine, bici e pedoni che scivolano.
    Meglio salati che ingessati.

    Qua salano o ghiaiettano solo le vie principali, e solo le strade, non i marciapiedi, l’anno scorso ho girato 3 mesi coi ramponcini sotto agli scarponi, da soli non bastavano, dopo aver preso una culata del sesto grado Mercalli andando a far la spesa (con, ripeto, gli scarponi), emntre camminavo lungo una discesa apparentemente pulita, che invece era un pattinaggio.

  10. Donna allo specchio ha detto:

    scusa stefrafra, per curiosità, dov’è qua?

    • stefafra ha detto:

      Provvedo subito:
      Norwich, Norfolk, ovvero la regione a Nord-Est di Londra dove se non ci vuoi andare per forza non ci passi mai. La contea piú sicura di tutta l’Inghilterra, alcuni dicono anche la piú noiosa, ma sono invidiosi ;-)

      Scusa, con tutte le mie migrazioni (Olanda, Svizzera tetesca, Svizzera francofona, UK) ogni tanto mi dimentico di precisare.

  11. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  12. marcoghibellino ha detto:

    Comuni di Capolona e Subbiano, ovvero l’ingresso sud della valle del Casentino. Quì hanno usato solo ghiaino, molto piccolo, se da un lato sono contento dell’attenzione ecologica dei due sindaci, da un altra , mi si consenta ( <– si LO cito ghghg ) di dare un consiglio, igghiaino sugghiaccio va sparso con la pala non con i cucchiaini da tè !!!! boiaa

  13. spiessli ha detto:

    Qui nella capitale elvetica in questi giorni le strade e soprattutto i marciapiedi sono bianchi di sale, mentre ricordo che a Ginevra appena arrivava l’inverno era un disastro: si camminava su lastroni di ghiaccio vivo per tutto l’inverno.
    Credo che l’uso del sale o della ghiaia dipenda un po’ da quel che fa. Che io sappia sulla neve in effetti il sale serve a poco, a meno che non si tratti proprio solo di uno straterello da niente, altrimenti fa “palta”, una fanghiglia immonda. Qui quando nelle strade ci sono un paio di centimetri di neve “dura” buttano la ghiaia, che aumenta effettivamente la presa.

    • stefafra ha detto:

      Peró sul gihiaccio da scioglimento e righiacciamento neve serve, ed é quello che ti frega, visto che non lo vedi, sembra strada bagnata, poi freni e te ne accorgi.
      Quá hanno pulito solo le strade grandi. Il resto arrangiarsi, che vuol dire nessuno pulisce neanche davanti a casa sua. Ho pulito, ma mi sentivo tanto ma tanto cretina, col resto della strada bianco candido.
      O cammini in mezzo alla strada rischiando la pelle (che le macchine non hanno i pneumatici invernali, nossignore) oppure sul marciapiede gelato/nevosofangoso rischiando di cadere.
      Oggi ho un giramento di maroni cosmico e universale da neve e da inglesi deficienti.

  14. crash ha detto:

    …sono sconcertato…dalle dichiarazioni del sindaco de Roma…ma nel suo staff…nessuno gli ha detto che 1 ml di pioggia equivale ad 1 cm di neve su un metro quadrato…che polemica del cavolo sta facendo…”c’è chi si chiede come mai ha comprato due chili di sale per farsi una spigola in crosta e non qualche tonnellata da distribuire lungo gli itinerari degli autobus”…

  15. stefafra ha detto:

    É nevicato sabato sera, il sale c’era giá , come prevenzione del ghiaccio inesistente, la neve sulle strade si é trasformata in “palta” marrone, orrenda e scivolosa immediatamente. Sui marciapiedi é ancora lí e resterá fino al disgelo.
    Sabato sera eravamo in cittá per un compleanno, ho visto cose che voi umani…ragazze in tacco 12 e camicina senza maniche di pizzo, col moroso in maglietta senza maniche, ma con guanti e sciarpa, tentare di acchiappare un taxi, urlando. Taxi naturalmente impegnatissimi.
    Gente ubriaca vestita leggera che tentava di andare a casa a piedi nella neve, zigzagando e inciampando un passo sí uno no.
    Noi eravamo vestiti da neve, che le previsioni del tempo erano chiarissime, ma in bicicletta, che quando siamo usciti ancora non nevicava e privare il moroso di ruote e manubrio é quasi impossibile. Siamo tornati a casa a piedi spingendo la bici…lui peró ha fatto l’ultimo km di strade tranquille, e intonse, in bici, io no. Seguivo la traccia della sua bici sperando di non trovarmelo davanti fratturato a ogni curva.
    Adesso le strade “grandi” di giorno sono pulite, ma di notte ghiaccia, io cammino, e mi preoccupo per il moroso, che imperterrito bicicla ovunque.

    • spiessli ha detto:

      Temerario! Anche qui vanno in bici con qualsiasi tempo e temperatura. Un po’ li ammiro e un po’ tanto non li capisco.
      I giovinastri che se ne vanno in giro come fosse maggio e in stato pietoso… proprio l’altro giorno dicevano che in questi giorni gelidi soccorrono più imbecilli del genere che senza tetto. No comment.

    • ant ha detto:

      Dopo un paio di cadute (per me la neve era una cosa esotica, non frenare e non sterzare meno che dolcissimamente l’ho imparato per prove ed errori), ho scoperto che in caso di neve ho un equilibrio migliore su una bici che sui miei piedi. Non ti preoccupare, è solo bravo ad andare in bici!

  16. stefafra ha detto:

    Io sono caduta in bici sia sulla neve che sul ghiaccio, ghiaccio in genere della varietá “invisibile” nera che sembra acqua, ma non é . Sono abituata alla neve, ci sono cresciuta con metri di neve, in montagna, e per questo la rispetto, e la temo, ma soprattutto temo il ghiaccio.

    L’ultima volta sono caduta sul ghiaccio a un incrocio, davanti a una fermata del bus, col bus che cominciava a muoversi. Ho rallentato senza frenare, poi ho messo un piede giú, dovevo fermarmi al semaforo. Sia piede che ruota sono partiti senza pietá da sotto al mio culo. Splat.
    Ho ripescato me e la bici, e ho fatto appena in tempo a salire sul marciapiede prima di essere laminata dal bus.

    No grazie.
    Bravo per bravo, é anche bravo a sciare, ma si é rotto un braccio cadendo praticamente da fermo un paio di anni fa.
    E bisogna anche considerare il rischio “macchine che girano senza pneumatici invernali e con tutta la neve sul tetto”, che gli “indigeni” inglesi al massimo puliscono il parabrezza davanti al loro naso…

    • ant ha detto:

      Sulla neve dopo le prime cadute niente più scivolate, ma in effetti se nevica ho il sacro terrore di qualsiasi cosa che abbia l’aria troppo pulita, preferisco puntare la neve intonsa, se ce n’è rimasta. Se è stata tutta pestata nel frattempo, mi muovo come sulle uova. Le lastre di ghiaccio mi fanno tanta paura, anche perché io sono cresciuta in un posto dove la neve è esotica, i mezzi a motore non ne parliamo, gli incroci fra i ciclopedonali e la strada sono già pericolosi senza la neve, se fa neve + ghiaccio + fanghiglia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...