survived

autobu delle 17.40, poco dopo l’aeroporto, praticamente davanti alla gialla insegna svedese su fondo blu che campeggia dalle parti di peretola.

sto leggendo, mentre sono presa dalla storia, sento come un colpo sulla lamiera vicino a me. sobbalzo. penso “o accidenti! ma ha preso un animale?”

ma mentre lo penso vedo il bagliore. un bagliore giallo e rapido, come un fanale, non capisco.

l’autobus sbanda leggermente ma l’autista lo riprende, piano piano accosta e ci dice con calma “scendete tutti di corsa, l’autobus sta prendendo fuoco”.

in un secondo sono fuori, siamo stati bravi, alle esercitazioni anti incendio saremmo stati lodati.

peccato che una volta fuori la situazione è la seguente:

1) il busse fuma. e roba pesa.

2) noi siamo praticamente in fila indiana davanti al bus, non c’è la corsia di emergenza così ci mettiamo fra la riga bianca e il guard rail sperando che le macchine ci evitino.

3) il bus, ma questo lo scopriamo dopo, non ha neanche il triangolo da mettere.

per cui c’è un autobus,  in autostrada, senza triangolo, appena da parte, ci sono trenta persone fuori, ci sono le macchine che fanno vento accanto a noi.

dopo un quarto d’ora l’autista riesce a spengere tutto, ci fa cenno di risalire e di aspettare dentro l’arrivo del bus successivo, che arriva insieme alla pattuglia della polizia.

ci scortano fino all’altro autobus, evitiamo di raccontare che per la paura, prima, in mezzo di strada c’eravamo già stati eccome.

arrivo a casa con comodo verso un quarto alle otto.

io non lo so se qualcuno del bus lucca firenze leggerà mai questo blogghino, ma una cosa la vorrei dire: il nostro autista è stato grandioso. non si è fatto prendere dal panico né  dalla rabbia, ha gestito la situazione con freddezza e professionalità, come il capitano della nave ci ha mandato tutti via e è rimasto sopra il pullman ad aspettare che qualcuno lo venisse a togliere da lì.

non so a che ora tornerà a casa lui, ma penso molto tardi.

io vorrei in qualche modo ringraziarlo, non so il suo nome, ma so che era l’autista del busse delle 17.15 di ieri.

grazie autista, grazie di cuore.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

20 risposte a survived

  1. AD Blues ha detto:

    Bravo autista !
    (forse sarà stata l’esperienza visto che quegli autobi sono talmente vecchi che prenderanno fuoco ogni tre per due!)
    Comunque tutto è bene quello che finisce bene e l’ultimo chiuda la porta! (un premio a chi indovina la citazione ;-) )

    —Alex

  2. gipo ha detto:

    Ten! (l’amico orientale di nick parker)
    Cosa ho vinto? :)

  3. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  4. marcoghibellino ha detto:

    Alex: Nick Carter
    ma l’autobus un estintore ce l’aveva?

  5. letteredalucca ha detto:

    errore. non è neanche nick carter. :)

  6. AD Blues ha detto:

    Non lo vorrei dire ma mancate di cultura classica, eh! :-D (eccetto la squisita titolare del blog, s’intende!)

    —Alex

  7. 4ngelo ha detto:

    Non guardare me! Io m’intendo solo di CULtura…

    La squisista tytolare?? Micha tanto! Ormai, diGiamocelo, è avanti con l’età…sarà sichuramente stoppacciosa…

  8. letteredalucca ha detto:

    stoppaccioso sarai te!

  9. Bianca Hamburg ha detto:

    Ma, scusate l’ignoranza, gli autobus prendono fuoco cosi’? Capisco l’esplosione di un pneumatico ma andare a fuoco durante la corsa…boh! Meno male che ci sono autisti dal sangue freddo. :-)

  10. letteredalucca ha detto:

    non lo so, credo che il motore abbia “sbiellato” questo dicevano i maschi per fare i bulli con le femmine, ma cosa volesse dire non lo so…

  11. Gianc. ha detto:

    essu’ era Ten, il collaboratore di Nick Carter, non fatemi cadere i miti…
    (e non era Stanislao Moulinsky, ma Bartolomeo Pestalozzi, travestito da Stanislao Moulinsky, travestito da tavolino della cucina…)

  12. formichina ha detto:

    perché a noi, la vita tranquilla, ci fa schifo!!! bravo autista che ci hai riportato sana e salva la nostra bloggueuse lucchese!

  13. Gianc. ha detto:

    …vado a seppellirmi per la vergogna sotto una puntata di Supergulp…

  14. Laperfezionestanca ha detto:

    Però però pur’io mi ricordavo che era Ten …. Sgherzi della memoria, bah!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...