si sente

si sente nelle strade di firenze, lo si sente combattere e vincere contro i gas di scarico.

si sente nei vicoli di lucca, come un abbraccio tenero d’amante ritrovato, come una tazza di crema calda un pomeriggio d’autunno, come una coperta tolta dal filo dei panni asciutti che profuma di nuovo.

si sente e si perde e poi si sente di nuovo.

si sente già scendendo le scale di casa, già al terzo scalino, alle sei di mattina, arriva silenzioso e forte.

si sente mentre si beve alla fontana, mentre si passeggia, mentre si cerca posto per la macchina.

si sente mentre si aspetta l’autobus, mentre si sogna di tornare presto a casa, mentre si ripassa mentalmente il contenuto della borsa per essere sicuri di non aver dimenticato nulla.

si sente sotto il cielo azzurro di settembre, scuro, fresco, intenso.

si sente mentre gli altri parlano e non si ascoltano, perchè quando arriva è prepotente e non puoi fare altro che seguirlo e incantarti.

l’osmanto è di nuovo fiorito in città.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a si sente

  1. AD Blues ha detto:

    Strano, la siepe del parcheggio in azienda ancora non da’ segno di fioritura!

    Io lo volevo mettere a casa sul davanti ma mi hanno detto che vuole molta aria e luce :-(

    —Alex

  2. Gaja ha detto:

    Lo confesso, non ho resistito, al terzo “si sente” ero troppo curiosa e sono andata al fondo del post per vedere cos’era… e poi ho dovuto guardare su google cos’è l’osmanto perchè non mi veniva in mente…
    Grazie per avermi fatto sentire vagamente imbecille :-) :-) :-)

  3. biba ha detto:

    Ah! Si chiama osmanto? (anche io google) Mi piace molto il suo profumo, ce n’è un sacco anche qui. Alex, ma prova, dai, magari invece cresce e fiorisce e senti il profumo quando apri le finestre…

  4. stefafra ha detto:

    Ecco l’osmanto mi manca, sono dovuta andare a guardarlo pure io su google…e pensare che sono botanica.
    Braccia rubate all’agricoltura, ecco.

  5. Silvia ha detto:

    O forse sono io che ho messo su il tè? ;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...