con calma… :)

questi giorni di vacanza “prepartenza” sono quieti come un gatto al sole.

sto cercando di farli passare piano piano, rallentando ogni gesto, sentendo le batterie ricaricarsi e cercando di non pensare al ritorno al lavoro, che, seppur lontano, comunque appare a spaventare  i giorni di sole.

domani si parte, destinazione canarie, vulcani per geotrogoli, piante per botaniche della domenica, mare per tutti. un grazie speciale va alla perfida nera, della quale vi racconterò al ritorno, e che sono molto curiosa di conoscere e abbracciare.

ieri sera invece ho incontrato il buon ADblues, di ritorno da una gita in m0ntagna, e con lui, il mifratello, la ‘ognata e HDC abbiamo passato la serata senza il mio personale incubo “oddio devo andare a letto presto!”

c’è stato il mercatino e mi sono data alle spese pazze: un cannocchiale antico col quale HDC gioca a fare mr livingstone comodamente seduto dal divano di casa e sentenziando frasi del tip0: “le piante rosa della signora di fronte sono gerani!” oppure “sul campanile di san cristoforo ci sono i licheni!” e altre considerazioni da esploratore.

e infine vi vorrei volentieri sottoporre a una bieca indagine di mercato.

tra i commenti in fondo ai pipponi ci sono spesso inviti alla raccolta degli stessi in un qualche libriccino, io ci ho provato, per ora non mi sento capace di scrivere un “libro vero”.

ma se riuscissi a trovare la maniera di fare una raccolta sistemata e “pettinata” dei pipponi scritti fin qui e provassi a farci un libercolo su “il miolibro” (che è un sito che fa i libri a pagamento) poi, secondo voi, qualcuno me lo compra?

ci sono stata, mi hanno calcolato che “stampare un libro” costa intorno a otto euro per copia, dovrei mettere un prezzo di copertina di dieci euro perchè il gioco valesse la candela, vi sembra una buona idea o dieci euro sono troppi per del materiale che è già disponibile (e che resterà tale) su questo blogghino gratis? la differenza sarebbe la forma un po’ più curata e soprattutto il fatto che sarebbe un libro rilegato e quindi regalabile, trasportabile, maneggiabile.

che ne pensate? perchè forse potrebbe essere un modo per cominciare a rendere “reale” queste parole che galleggiano nell’etere e il tempo delle vacanze estive potrebbe in parte essere usato per questo “progetto” personale. ho bisogno del vostro aiuto proprio perchè gran parte di voi ha già letto tutto quello che ci metterei dentro e quindi è decisamente nella posizione di darmi un consiglio.

che ne pensate? che ne pensate? che ne pensate?

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

0 risposte a con calma… :)

  1. ADBlues ha detto:

    Il cannocchiale è veramente stupendo…

    Per il libro dei pipponi ci penso e ti faccio sapere ma di primo acchito mi pare una cosa buona … Il problema è che “il mio libro” è un mezzo di distribuzione prettamente destinato a consumatori abituali di internet, quindi persone che hanno già accesso ai pipponi. Un libro invece secondo me dovrebbe servire ampliare la tua audience e portare i pipponi anche a chi non li ha mai letti…

    E comunque ricorda che tu non sei solo pipponi; io per esempio adoro le tue storie ed il modo come le racconti !!!

    Mi lancio: posta di meno e serbati qualche storia per il libro ;-)

    —Alex

    PS = grazie anche a voi (te, HDC, i’tufratello, la tu’ognata e Priskina) della serata!

  2. Gaja ha detto:

    Oh Lucy!!
    Innanzitutto buone vacanze a te e ad HDC…. e mi raccomando segnati bene bene tutto quello di bello che farai alle Canarie, perchè io ho in mente di andarci a ottobre-novembre e ti ruberò tutte le idee eheheh.
    Lato libro: io ne sarei felicissima, lo comprerei e lo farei comprare e lo regalerei. Però la scelta di pubblicarlo su miolibro mi lascia un po’ perplessa. In primo luogo per ciò che dice Alex; in secondo luogo perchè su miolibro ognuno può pubblicare ciò che vuole, e quindi secondo me alla fine compra solo chi conosce l’autore.. ch eper carità non è una cosa brutta, ma neanche credo il massimo.. Infine mi pare (ma prendilo con le pinze) che ciò che viene pubblicato su miolibro non potrebbe poi più venir pubblicato da una casa editrice “vera”, nemmeno aggratis. Non so se ho capito male, ma in ogni caso ti consiglio di verificare con qualche amico avvocato o del settore per verificare se è realmente così.
    Insomma non so se si è capito ma io sono più per tentare la strada del libro “vero”… secondo me ce la potresti fare! Ad esempio potresti provare ad aprire un blog un po’ più professional solo per i pipponi, cercare di farci un po’ di pubblicità e poi quando hai tanti lettori vedere se qualcuno te lo pubblica. Ripeto, secondo me è assolutamente alla tua portata, anche se richiede una faticaccia immane. Comunque sì, per favore, comincia a lavorarci su, indipendentemente da ciò che sceglierai…i tuoi lettori sono con te!! Yeah!!

  3. paleomichi ha detto:

    Allora… sono d’accordo con Alex. Secondo me “il mio libro” non fa al caso tuo, almeno io per il momento non ci penserei.

    Se fossi al tuo posto io farei due cose:
    Se vuoi riutilizzare il materiale del blog puoi sempre ampliarlo e aggiungere riferimanti, bibliografia ecc. Prendendo, insomma, spunto dal blog ma lavorandoci su quel tanto da renderlo appetibile anche a chi il tuo blog lo legge.
    però occhio, rielaborare quello che si è già scritto è un lavoraccio da quello che so, e nemmeno tanto divertente.
    Se no puoi anche lasciar perdere il blog, prova a prendere un file word e vedere cosa ti ispira. Come dice Alex, non necessariamente scienza. Ad esempio, hai mai letto “Zio Tungsteno” di Oliver Sacks? È la storia della sua infanza chimica, una via di mezzo fra romanzo, saggio, divulgazione scientifica.
    In ogni caso un mio amico fa lo scrittore e il divulgatore per lavoro, se vuoi te lo presento, magari può darti qualche dritta dall’interno…

  4. paleomichi ha detto:

    P.S.: in ogni caso se pubblicassi un libro naturalmente lo comprerei, lo regalerei a un sacco di persone, e gli farei un sacco di pubblicità.

  5. 4ngel0 ha detto:

    Mah…ti dirò…bellina li dea del libBro…

    E poi dieci eurY sono una sciocchezza.

    E quindi perché no?

    Perché no?? Boh…
    No e basta…non te lo coNpero…

  6. stefafra ha detto:

    Buon viaggio e goditi le Canarie, ci sono stata un paio di anni fa per un congresso e mi piacerebbe tornarci anche subito….

  7. silvia ha detto:

    E’facile dire con entusiasmo che è una bella idea, perchè mentre lo si dice si è “passivi”, ma non sono affatto sicura che tutti coloro che ti leggono anche con sincero interesse, poi si prenderebbero la briga di andarsi a cercare il libro e di pagarselo,e farselo mandare.
    Penso che rischi di fare una gran fatica e di avere una grande delusione!
    Ogni volta che leggo un tuo pippone però penso che sia una gran fatica scriverlo, poi invece magari mi sbaglio…
    Comunque grazie!
    silvia

  8. Bianca-Hamburg ha detto:

    Prima di augurarti buone vacanze e tanto relax ti dico che l’idea del libro non e’ cattiva ma mi sentirei anch’io di consigliarti una casa editrice, magari anche piccola. I pipponcini scientifici possono esser letti dai ragazzi, volendo anche bambini, perche’ spiegano tante cose in maniera semplice. Cio’ non toglie che un tono ironico possa interessare le piu’ diverse categorie di adulti.
    Potrebbe diventare un libro consigliato agli studenti e un libro-passatempo per chi e’ curioso di cose scientifiche. I tuoi pipponcini partono sempre dall’osservazione della realta’ e ne analizzano gli aspetti. Sarebbero educativi per i piu’, senza le pretese di un libro di testo scientifico. Del resto se ci pensi, quanti libercoli circolano dai titoli tipo: 1000 domande, risposte curiose, questo quello e quell’altro…Perche’ non dovrebbe aver successo un libro di pipponcini sui piu’ noti argomenti scientifici? Io ne prenoto una copia da regalare alla mia mamma e una per me, autografata :-)

  9. Franco ha detto:

    l’idea del “libro pippone” non è male a me piacerà soprattutto se rimarà un libro con spiegazioni facili da farle capire a gente come me che guarda numeti e ha meno cognizioni pippologiche!
    rifletti sul fatto che potrebbe essere bello fare pipponi oltre che per adulti anche per bambini, ossia rispondere alle nostre domande come se avessimo 6 anni così da rendere la scienza accessibile a tutti.
    Comunque in bocca al Lupo.
    P.S.
    io leggo poco ma quel poco che leggo non amo comprarlo in internet ma in una libreria, un libro è una cosa “calda” internet spesso lo vedo “freddo”.

  10. cugifà ha detto:

    dopo lo scherzo dell’altro giorno mi è rimasto il nome indicato Franco ma in realtà il commento sopra sono io
    che pirla che sono :D

  11. crash ha detto:

    …decisamente una bella idea ! buona vacanza.

  12. ADBlues ha detto:

    Buon viaggio!!!!

    —Alex

  13. Megant ha detto:

    A me piacerebbe MOLTISSIMO leggerti in formato libro. Che ci vuoi fare? Sono all’antica e per me il libro è il libro anche nell’era di internet. In effetti su mioLibro si compra conoscendo l’autore ma attraverso il blog puoi farti un po’ di pubblicità. Poi il passa parola fa miracoli! Chi ti legge assiduamente ha (credo) a sua volta un blog su cui poterti fare un po’ di promozione. Intanto fallo, poi prima di finire a miolibro lo puoi mandare ad altri, a una cugina di mio marito ha pubblicato il libro uno degli editori minori consociati alla Mursia.

  14. noncenientedafare ha detto:

    Continuo sempre a leggerti : partecipo solo raramente perché non amo esser coinvolto nel clap clap. Avrei gradito un blog che invitasse anche alla discussione, non soltanto alla lettura ed ai peana Ma, forse, ho torto.
    Ti dissi da subito, e lo confermo, che hai la stoffa della scrittrice : argomenti, stile, capacità di coinvolgere.
    Non so fare le sfogliatelle, ma so mangiarle, come diceva un mio illustre conterraneo.
    Consentimi, allora, di segnalarti due sviste colossali che ti tentano od hanno tentato: “scrivere” un libro ed affidarne l’ edizione ai trappolieri che frequentano internet ( per otto euro a copia, poi ! ) e chiedere consigli a noialtri sull’ argomento da trattare.
    L’ ispirazione – e l’ argomento – verranno da sole: hai unicamente bisogno di uno spazio, per il momento, solo tuo, e poi….
    In bocca al lupo…..

    p.s. – le Canarie, tutte, sono stupende : non le conosco, né mai le conoscerò, per motivi che non starò qui a spiegare : ci faccio andare, in mia rappresentanza, i miei nipoti che, a loro volta, ci ritornano con gli amici…. buone vacanze, allora…
    2° P.S. – Perché non ami il tuo lavoro ? Da quel che ho capito, hai una posizione privilegiata… e in un settore che – sia pure con compiti diversissimi – ha bazzicato anche io.
    Il primo segreto per vivere bene, te lo assicuro, è lavorare con entusiasmo. L’ ho fatto per tutta la vita, rinunziando assai spesso a carriere che si prospettavano meravigliose, anche in politica; ma ho sempre fatto. con immenso piacere, ciò che m’ era gradito: mai, per me, il lavoro è stato un peso, da indipendente od anche da, più o meno, inquadrato.

  15. Lilith ha detto:

    Buon viaggio e buona vacanza!! :-D Certo che sarebbe bellino, mettere in un libro tutti i tuoi post più belli, io lo comprerei senz’altro!
    Una postilla per “noncenientedafare”: non sono d’accordo su quello che dici sui “clap clap” e sulla “peana” (addirittura??) … Qui si discute su tutto e non sempre siamo d’accordo su quello che dice Lucy (e Lucy su quello che scriviamo noi). Hai letto quello che è stato espresso sul nucleare, sull’ OGM, sulla religione e su tantissimi altri argomenti? Qui ognuno di noi ha opinioni diverse e le ha esternate chiaramente. Basta un poco di educazione e si può dire tutto credo. Certo non sono piacevoli gli attacchi gratuiti, inutili e polemici…ma questa è un’altra storia.

  16. noncenientedafare ha detto:

    scusami,lilith…

  17. Lilith ha detto:

    Scusa per cosa? Stiamo solo esternando le nostre idee…:-)

  18. marco ha detto:

    secondo me non e’ serio far pagare per pubblicare un libro. la casa editrice deve investire sull’opera, se la ritiene degna. Io pure avevo inviato una mia opera a cui tenevo molto, mi hanno scritto che l’avevano trovata interessante, ma volevano alcune migliaia di euro per “contributo alla pubblicazione”.
    a questa stregua, vai in una qualsiasi copisteria, stampi in proprio e non foraggi nessun intermediario.

  19. noncenientedafare ha detto:

    per lilith : nel gennaio di quest’anno, mi sembra, Lucia – che ha tutta la mia ammirazione, anche se non lo ripeto ad ogni pié sospinto – pose un argomento, credo, di religione.
    Puoi cercarlo, se vuoi, rileggere qualche cosa, renderti conto se il sottoscritto vi partecipò… Tanto, per dire…
    Del resto, ho criteri diversi dai tuoi per esprimere le mie idee, che invece tu ritieni “gratuiti, inutili e polemici”. I tuoi, se non altro, non li trovo inutili…..
    Saluti.

  20. noncenientedafare ha detto:

    errata corrige : ho criteri diversi per esprimere i MIEI PENSIERI ( e non “idee”, che mi fa cascare tutte le concordanze).

  21. Lilith ha detto:

    Noncenientedafare, scusa se mi sono espressa male…non mi riferivo a te! Credevo si capisse, mi spiace. Alludevo ai vari trolls che ogni tanto capitano qui insultando e sparando cavolate varie. Certamente non pensavo a nessuno degli utenti abituali di qui.
    Non mi permetterei mai di giudicare le idee altrui (o i pensieri se preferisci) “gratuiti, inutili e polemici”, soprattutto se manifestati con grande educazione come è il tuo solito. :-)

  22. noncenientedafare ha detto:

    E’ necessario, a questo punto, spiegarmi : niente, da parte mia, avverso i commenti entusiastici alle esternazioni, sempre vivaci, originali ed intelligenti, della nostra Lucia. Vanno bene, anche se non ho inteso associarmi ,ritenendo che “il troppo stroppia” (o, come direbbe un purista, storpia).
    Tutto qui.
    Ma te l’ immagini che cosa diventerebbe questo blog se i vari partecipanti – in gamba e preparati – potessero e volessero dire, sui vari argomenti, la loro ?

  23. Lilith ha detto:

    Mi pare che i vari partecipanti al blog possono dire la loro sui varii argomenti…quando ti è parso di no? Ripeto, con educazione si può dire tutto in “casa d’altri”. Questo è come un appartamento privato a cui la padrona di casa dà l’accesso. Siamo liberi di entrare e anche di commentare se ci piace o perfino di contraddire se troviamo da ridire. Se poi non è “aria” , liberissimi di volare altrove…Non vedo il problema. O forse non ho capito.
    Ho un’età importante e a volte non sono così perpicace…;-)

  24. crash ha detto:

    “questo è come un appartamento privato…..”…è proprio vero ! Uno degli aspetti che mi ha colpito quando ho iniziato a leggere con più assiduità di altri i blog di Lucia e poi…alla fine mi soffermo solo su questo… è la capacità di fare partecipe a tutti il “”mondo”” che le sta attorno, la disponibilità a farci entrare a casa sua, a condividere gioie e dolori con lei ed altre persone (amici, familiari, colleghi..), al rispetto di opinioni diverse. Questo…non è da tutti. E’ una forma di altruismo, di tendere la mano….c’è chi passa e va… , c’è chi passa e viene coinvolto sempre più.

  25. Lilith ha detto:

    Bravo Crash! E’ proprio quello che intendevo io…:-D

  26. cugilé ha detto:

    Prima di tutto buone vacanze!!!!
    Per quanto riguarda il libro naturalmente con me sfondi una porta aperta! Visto quanto amo i libri adoro la tua idea! E poi sfogliare un libro, scritto da te poi, è un’emozione diversa che leggere “al computer”!!!! Naturalmente mi prenoto per l’autografo!!!!

  27. roberto ha detto:

    ciao e buone vacanze! anche io sono un po’ perplesso da ilmiolibro.it, per molti dei motivi detti sopra e perché l’acquisto di un romanzo stampato da un mio amico presso di loro mi ha insegnato che la consegna di un loro libro costa (all’incirca) 6 euro: il che porta il prezzo del tuo libro a 16, cifra che gli affezionatissimi spenderebbero certamente, ma forse spaventerebbe già i semplici affezionati. Ma come ha detto qualcuno, saprai scegliere da te :) a presto!

  28. pensierini ha detto:

    Anch’io sono un po’ perplessa: scegliti una casa editrice “normale” e manda il materiale che hai accumulato, anche non scientifico, racconti, ricordi, descrizioni. I tuoi affezionatissimi lettori vecchi ti compreranno di sicuro e, se c’è un lancio appena decente, anche tanti nuovi. Buone vacanze a te, HDC e Priska!

  29. Do ha detto:

    Non so se comprerei il tuo libro, so che sono passata per caso sul tuo blog e mi ci sono fermata volentieri. Anzi, a dirla tutta, me lo sono letta d’un fiato. Ogni tanto ci ritorno per vedere come ti va ed è sempre un piacere. Non sono d’accordo con tutto quello che dici ma mi piace il tuo sguardo sul quotidiano… se ti incontrassi su un autobus ho la sensazione che ti sorriderei. Seguirei il consiglio dell’ADBlues: serba qualche storia per il libro. Ma non postare di meno! ;-)

  30. Megant ha detto:

    We! Non posti più? Ti sei buttata anima e corpo sul libro?? Non mi abbandonare in questi interminabili pomeriggi a lavoro!!!!
    Scherzo buone vacanze disintossicati.

  31. Luci da un wifi volante ha detto:

    Ciao a tutti e scusate il silenzio! Sono a tenerife in un posto molto speciale del quale vi raccontero’presto. non ho resistito a dare una sbirciatina. Venerdi’ torno, baci!!!

  32. laperfidanera ha detto:

    Coraggio, gente, ancora poche ore e la vostra Luci ritorna! Ora è in volo, a metà strada…
    Con lei, il meraviglioso HDC, geniale inventore di ingegnosi portacandele, tra le altre qualità che non sto a elencarvi!
    E che dire della stupenda, occhicerulea, Lucia? che già ci manca molto, perché per il poco tempo che siamo stati insieme ci ha riempito la vita – e non solo: anche la dispensa!!! ;-)

    Ma poi vi racconterà lei stessa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...