perchè le questioni della chiesa cattolica non riguardano solo la chiesa cattolica

in questi giorni di marketing pressante da parte delle alte gerarchie vaticane incoraggiate dalla folla entusiasta arrivata in piazza san pietro per giovanni paolo II, ho avuto modo di esprimere le mie perplessità in più di un’ occasione e su diversi piani.

molte volte mi è stato risposto: “ma in fin dei conti a te che ti riguarda? non sei cattolica, perchè ti scandalizzi tanto?”

e allora vorrei provare a spiegare come mai la chiesa cattolica mi riguarda, più di quanto si possa immaginare a prima vista.

la prima ragione, assai personale e quindi poco utilizzabile in un post come questo, è che un cattolico l’ho sposato. era difficile in effetti non trovare un cattolico, visto che in italia siamo poco meno di 61 milioni di persone e di queste si dichiarano cattolici 51 milioni, pari a circa l’88%.

i non religiosi sono circa 4 milioni, che corrispondono circa al 5,8% del totale.

proviamo a guardare questi dati in senso generale, uscendo dal personale.

noialtri “senza dio” siamo un’infima minoranza, neanche mettendo insieme tutti i “non cattolici” si raggiungono percentuali degne di nota.

quindi direi che l’italia si può benissimo dichiarare un paese cattolico.

cattolico per la sua cultura dominante (alla faccia di chi parla di professori marxisti nelle scuole)

cattolico per la religione professata

cattolico perché sede geografica di un minuscolo stato, unica monarchia assoluta in europa, sede dell’ortodossia cattolica: il vaticano.

la chiesa cattolica è sempre entrata nella politica italiana. prima con un partito di chiara ispirazione religiosa, la democrazia cristiana, fondata da un sacerdote e governata dal malaffare per gran parte della sua esistenza, adesso appoggiandosi soprattutto alla parte più conservatrice e del paese, cercando di influenzare le scelte del parlamento italiano (di fatto un altro stato, sarebbe come se la francia venisse a dirci come legiferare) su temi che stanno particolarmente a cuore a tutti i cittadini.

perchè questo è il problema cardine.

pensare che un modo di vedere le cose, un modo di intendere il mondo, un modo di intendere la vita e la morale debba essere per tutti, e che quel modo sia quello cattolico.

è questo il nocciolo della questione. la chiesa cattolica vuole dire a me, e a tutti quelli come me, che devo vivere come dice LEI. per questo la chiesa cattolica mi riguarda.

la chiesa cattolica e tutti coloro che in questi anni hanno ritenuto utile accaparrarsene la benevolenza è responsabile nel nostro paese:

1) del fatto che siamo rimasti in compagnia di qualche stato da operetta a non avere una legislazione che tuteli i diritti delle persone omosessuali.

2) che non si possa decidere autonomamente e dignitosamente degli ultimi giorni della propria vita

3) che non esista in italia una politica di prevenzione seria sia dalle malattie sessualmente trasmissibili

4) analogamente non esista una politica educativa che punti a una genitorialità responsabile e consapevole

5) della peggiore legge sulla procreazione assistita che il mondo abbia mai visto

6) della peggiore concezione della donna, che discerne proprio dalla legge sopracitata: un contenitore senza autonomia di decisione sul proprio corpo, sulla propria maternità, sulla propria salute

7) di gravi connivenze col malaffare in tante zone del paese e del mondo

8) dell’ignoranza, dell’arretratrezza culturale di tante persone, cresciute all’ombra di una religione opprimente, che scandiva le ore del giorno e della notte, inculcando nella gente non la voglia di capire ma solo quella di obbedire

9) dello stato di disagio perenne di chi, non obbediente a questo fiume in piena di clericofascismo, ogni giorno si trova a dover ribadire la propria identità e dignità, come ateo, come omosessuale, come divorziato, come donna, come chiunque non rientri nello stampino perfetto disegnato da loro.

ogni giorno, ogni benedettissimo giorno, chi non piega le ginocchia davanti a questi sepolcri imbiancati deve usare tutta la pazienza che ha per difendere un pochino della sua esistenza, in mezzo a confessori, convertitori, evangelizzatori, predicatori, santi, santini, reliquie, manifestazioni di delirio collettivo, per altro, finanziato dallo stato.

questa chiesa mi riguarda.

e per quel che mi riguarda è un avversario.

Questa voce è stata pubblicata in religione oppio dei popoli e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a perchè le questioni della chiesa cattolica non riguardano solo la chiesa cattolica

  1. Pierluigi ha detto:

    non sarei cosi’ negativo sulla Chiesa Cattolica. In Arabia Saudita stanno peggio, li le donne le lapidano e gli omosessuali pure. Da noi si limitano a trattarli da esseri inferiori.

  2. ADBlues ha detto:

    Pierluigi, Pierluigi…
    Noi (l’Italia) si crede la quinta potenza economica mondiale e vorrebbe far parte di quella parte del mondo definita “civile, progredita e democratica”…
    Ci dovremmo allora paragonare ad uno statucolo che, seppure ricchissimo, praticamente vive nel medioevo?

    Dove sarebbe allora la nostra supposta superiorità ?

    E comunque starei sempre bene attento a separare la “chiesa cattolica” dai “cattolici”.
    Ci sono milioni di persone che in nome del dio cattolico ha fatto e fa cose egregie (come altrettanto ci sono state e ci saranno delle bestie subumane che nello stesso nome hanno compiuto e compieranno le peggiori nefandezze).

    —Alex

  3. noncenientedafare ha detto:

    Se offro ad un mio commensale i vermicelli con le vongole “fujute” ( un piatto raccomandato per altro da Eduardo e – a mio parere – saporitissimo) costui, esperto di buon vivere, non verrà a criticarmi la mancanza delle vongole, né, magari, il punto di cottura dei vermicelli. Mangerà, e tutt’ al più, non si allargherà in ipocriti entusiastici commenti.
    E’ così, in fondo, che ci troviamo in Italia, la q

  4. Luka ha detto:

    sottoscrivo tutto il tuo intervento… e sei stata anche forse troppo tenera…
    non hai parlato dell’oscurantismo del passato della Chiesa.
    Non hai parlato di questo “Santo subito” ad uso e consumo commerciale, per non utilizzare altre parole più brutte.
    Non hai detto che questo “Santo subito” è il Papa più politicizzato della storia recente, di come si sia rivelato un grande stratega, capace di tessere alleanze con una capacità degna dei migliori Andreotti o Moro
    Farlo Beato e, a breve, Santo mi sembra veramente eccessivo…
    Se proprio devo immaginare un Santo Padre in odore di Santità mi viene in mente Giovanni XXIII Roncalli, lui, sì, veramente nuovo, aperto al mondo, innovatore, vicino alle persone, un Cristiano con la C maiuscola… altro che Jean-Paul…

  5. noncenientedafare ha detto:

    Continua il precedente, sfuggitomi di mano…
    E’ così, in fondo, che ci troviamo in Italia, che per motivi a tutti noti s’ è trovata essere la sede del vertice cristiano prima, poi soltanto cattolico.
    Tra i cattolici certamente sono conteggiato anche io, forse Lucia, perché fummo battezzati e non abbiamo ( almeno io) fatto ricorso al rito dello “sbattezzamento”. Prendiamo allora con le molle quei cinquantuno milioni….
    Il discorso diventa sempre più complicato, quando sento un interlocutore definirsi “ateo”. Ma che cosa significa questa parola ? Io non sono ateo, anche se non credo nel padreterno umanizzato, buono o cattivo a seconda dei momenti e dei suoi ” imperscrutabili” disegni: Se fra noi c’ è un “credente”, non mancherà di correggermi e di spiegarmi tante cose, perché con la parola si può tutto.

    Ho le mie personali opinioni sul telegramma a Pinochet, sul rapporto del pastore tedesco con quel candidato al paradiso che è il PdCSB – e ne ho anche scritto – mi potrei divertire ( ma non lo ritengo elegante) riferendo delle stimmate di Padre Pio…
    Ma che fanno o in che cosa credono i fedeli di santa romana chiesa, non mi interessa . Li lascio fare, a volte li ammiro, altre volte mi divertono, spesso mi fanno incazzare quando pretendono di dettarmi le loro regole ( che per altro essi stessi non rispettano) : sono fatti loro.
    Le leggi, si dice… ma come sempre, lasciano il tempo che trovano. Chi può, le ignora : chi voleva l’ aborto diecine d’ anni fa, se lo procurava comunque , se aveva soldi ricorreva ai cucchiai d’ oro, se poveraccia alle mammane o ai pediluvi…
    Oltre cinquant’ anni fa, ho scelto, per un determinato lavoro, un omosessuale dichiarato, di quelli che dalle mie parti ancora definiscono “femminielli”. Ma era, tecnicamente, il migliore dei candidati. Trovavo del tutto naturale andare al bar in sua compagnia, e prendere il caffè insieme sotto lo sguardo meravigliato degli astanti, per i quali la mia fama era ben diversa…

    Un’ ultima osservazione, in questo intervento caotico ed inconcludente : non parliamo di ladri, per carità : tutti o quasi tutti di quelli che raggiungono una certa posizione di potere a qualunque livello – siano di destra oi di sinistra, d’ estrema destra o d’ estrema sinistra, o di centro,si sistemano, e bene, economicamente. Noncenientedafare.

  6. noncenientedafare ha detto:

    Vogliamo fare un gioco, usando la parola ?
    “Lasciatemi andare alla Casa del Signore ( sembra siano state queste le ultime parole di Giovanni Paolo II)
    1° – Presuntuoso ! Come osa già attribuirsi, da solo, il Paradiso ?
    2° – E perché egli ha potuto “decidere ” la sua dipartita, e nel caso di Eluana la scelta non poteva essere umana ?

  7. f.b. ha detto:

    quando si parla della chiesa, io che sono cattolico vado sempre in difficoltà. perché anch’io vivo tutti quei disagi che tu, lucia, hai enumerato e che hanno portato tante persone a dire: “no, io non credo più”.
    oggi ho letto un paio di notizie.
    la prima riguarda dei pellegrini in piazza san pietro (o giù di lì) ieri durante la cerimonia di beatificazione: è passata un’ambulanza a sirene spiegate e costoro l’han presa a calci perché disturbava.
    la seconda notizia è una dichiarazione di una parlamentare che ha detto non essere un caso la morte di bin laden il giorno dopo la beatificazione di woytila.
    in entrambi i casi la chiesa è intervenuta per stigmatizzare l’episodio o la dichiarazione, ma il punto è che simili atteggiamenti NON sono cristiani, non dovevano essere nemmeno pensati. il fatto che invece siano avvenuti è, ai miei occhi di cristiano, non meno scandaloso di quelle cose che tu hai elencato. la colpa della chiesa – della gerarchia ecclesiastica, forse sarebbe il caso di dire – è di aver permesso la formazione di una mentalità così deviata da far condannare la contraccezione e accettare di prendere a calci un’ambulanza perché disturba.
    però ha ragione alex. la chiesa è fatta di persone che credono e non tutte le persone che credono son così.

  8. AD Blues ha detto:

    Però io non posso fare a meno di identificare “la chiesa cattolica” nell’indirizzo che le viene dato dai suoi “principi” ossia dal collegio apostolico e questo indirizzo, nonostante le molte buone opere fatte in nome del loro dio, lo reputo molto negativo.
    Del resto di buone opere ne fanno anche in nome di altri dei e persino in nome “dell’umanità” da parte di atei o agnostici ed è forse a questi ultimi che rendo il maggiore omaggio; questi fanno tutto di loro spontanea volontà, non lo fanno per una promessa di paradiso nell’aldilà.

    –Alex

  9. marco ha detto:

    nei giorni scorsi, monopolio totale delle reti radio e televisive, ricordo solo la maratona di 24 ore dedicata alla beatificazione su radiorai e l’impossibilita’ di vedere qualcosa che non fosse PAPA (unica alternativa da suicidio: ballando con le stelle!!) la sera del 1 maggio… nemmeno su RaiStoria. Da cittadino onesto pago regolarmente il canone tv, avrei diritto a una programmazione decente.

  10. ventus ha detto:

    lei è italiana suppongo. suppongo che sappia che in italia si vota come in austria e in francia paesi altrettanto cattolici. se voi scegliete berlusconi, la colpa non è del buon dio. ma vostra anche di voi di sinistra che incitate all’odio, allontanate i cattolici da voi ed è come se gli diceste votate berlusconi. poi se perdete tutte le elezioni…un motivo c’è. se vuole fare campagna elettorale per berlusconi alle amministrative questi post sono efficacissimi.

  11. lucia ha detto:

    a me MI garba però questo ventus.
    che viene qui, dice la stessa cosa da due mesi ormai eppure continua a venire e a leggere.
    ha della costanza il ragazzo (o ragazza che sia).

  12. Lilith ha detto:

    Secondo me viene perchè agogna che qualcuno visiti finalmente il suo blog scarno e disadorno…;-) Ventus, “un ce n’è pane secco”!!!

  13. ADBlues ha detto:

    voi di sinistra che incitate all’odio, allontanate i cattolici da voi ed è come se gli diceste votate berlusconi.

    Ma LOL!!!
    Questa sembra copiata pari pari da un discorso del nano!

    —Alex

  14. lucia ha detto:

    ora alex mi insegni come si fa a fare quella bella citazione lì! (e se mi riscrivi anche i comandi per grassettare e corsivare mi fai un gran favore!) :)

  15. ADBlues ha detto:

    Hai posta!

    –Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...