il respiro di dio

sultan-ahmed-mosque1l’ho sentito, da Ahmed I, la grande moschea azzurra. ho sentito dio respirare, un respiro profondo e pieno d’aria, di colore e di luce.

non sto parlando di allah, neanche di quell’altro col triangolone sulla testa o del prototipo, quello che chiese a abramo di sgozzare suo figlio e lo fermò all’ultimo momento. non è un caso che questa storia sia alla base di tutte e tre le religioni monoteiste.

nessuno dei tre ho mai sentito respirare.

ho sentito il respiro della parte più alta del genere umano.

quella che abbiamo regalato a dio perchè non siamo in grado di esprimere da soli.

ho sentito l’anima degli artigiani che hanno decorato quell’inno alla vita che è la grande moschea, ho sentito i secoli, ho sentito la bellezza, l’amore, la grazia.

credo che sia questo, lo scopo delle moschee come la moschea azzurra, o le cattedrali come chartres, o le bellissime sinagoghe di praga. farci sentire avvolti dalla bellezza, dall’armonia, dalla storia.

noi abbiamo preso la bellezza, l’armonia, la storia, l’amore, l’eternità e timorosi di non essere in grado di saper gestire questi sentimenti da soli ce li siamo tolti e li abbiamo attribuiti a dio.

abbiamo creato un dio di eterno amore, infinita misericordia, bellezza abbagliante, infinta sapienza perchè ci crediamo incapaci di amore eterno, misericordia e sapienza infinita, abbagliante bellezza.

ma siamo noi che abbiamo fatto la moschea azzurra, non dio.

e io l’ho sentito davvero, il fiato dell’uomo, dentro la moschea del sultano ahmed.

Questa voce è stata pubblicata in ruota libera, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a il respiro di dio

  1. Marcoghibellino ha detto:

    ti capisco , ora comprendo quando dicevi nell’altro post di sindrome di Stendhal, io non amo molto il barocco è bello ma non mi tocca òle corde come altri periodi artistici eppure queste emozioni arrivano improvvise fulminanti, per me è stao il Bernini

  2. 4ngel0 ha detto:

    T’ha detto bene che jeri dio non ha mangiato la frittata di cipolle…

  3. Gaja ha detto:

    Sai cos’è l’unica cosa che mi piace(rebbe) del credere in Dio (questa volta sì con la maiuscola)?
    Che se Dio è in ognuno di noi…
    allora ognuno di noi è Dio.
    Grazie di nuovo Luci per le tue splendide parole!

  4. pensierini ha detto:

    La moschea azzurra dà veramente l’idea del superiore. E la dà anche la fede di quelli che vi entrano.

  5. crash ha detto:

    ….c’era un angelo (“il portatore di luce”) che pensava di essere come Dio (“Similis ero Altissimo”, “sarò simile all’Altissimo”, Isaia 14,14)….

  6. zundapp ha detto:

    ma allora nei viaggi “di lavoro” dei TOP manager ;-) c’è anche il turismo!!!

  7. lucia ha detto:

    :D
    per crash: in effetti sì,luci-fero, angelo del quale sono fiera di portare il nome, si credeva dio. e dio l’ha reso il diavolo… ottimo lavoro non credi?
    :)

  8. lucia ha detto:

    sempre per crash: prima di passare per satanista… come la penso su lucifero lo scrissi qui:
    http://luciadelchiaro.blog.kataweb.it/il_mio_weblog/2009/04/21/stamani-si-parla-di-lucifero/
    ciau!

  9. Lilith ha detto:

    Allora siamo una bella coppia!! Io porto il nome di Lilith, la prima donna prima di Eva secondo il Talmud, quella che si ribellò ad Adamo e a Dio e per questo tramutata in una statua di sale…;-)

  10. Marcoghibellino ha detto:

    lilith –> Lilithu –> donna demone del panteon sumero accadico , poi cooptata nell’ebraismo quale prima donna ribelle e da li nel cristianesimo; erroneamente ( a mio parere) si riteneva impersonificasse nelle religioni mesopotamiche lussuria sregolatezza e sventura , in realtà era una dea legata al fulmine ed ai fenomeni atmosferici incontrollabili, rappresenta la non controllabilità del femminino ( che terrorizza tanto noi maschietti) ghghgh è uno dei pochissimi esempi nelle religioni mondiali, passate e presenti di aspetto femminino legato al fulmine:

    Come sempre fa parte di una trinità femminile chepuò essere palese o occulta, in cui sono presenti i tre aspetti del femminile saggezza maternità eros

  11. pensierini ha detto:

    Tutto bene, Luci, eri lontana da piazza Taksim, vero?

  12. Marcoghibellino ha detto:

    è venuto un colpo pure a me quando ho saputo della bomba e ho pensato a Luci..scrivi presto siamo in ansia

  13. lucia ha detto:

    tutto bene, sì, sono a lucca da venerdì sera.
    fa un certo effetto leggere i giornali oggi. un bacio grande a tutti, grazie della vostra dolce apprensione.

  14. pensierini ha detto:

    Bene. Ti abbiamo pensato, là in mezzo al terrore, al casino. E abbiamo tremato per te. Come può succedere, una cosa così?!

  15. lucia ha detto:

    non lo so, non ha senso… un grande abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...