prime impressioni

(nota: pubblicato via HDC)

barcellona è casa. anche se, come me, non ci si era quasi mai stati prima.

barcellona è un misto fra palermo, roma e parigi. ha gli avvolgibili e
i gargouilles, i platani e le fontane, i negozi aperti anche di notte e
si può girare e capire, e sentire gli odori e barcellona odora di casa.

in alcune strade sembra di essere al testaccio, in altre vicino alla
madeleine, e in altre ancora a piazza marina.
capisco quello che mi dice la gente, con meno sforzo che in germania,
l’aria è tiepida, la vita sembra facile.

si passeggia tranquilli, a barcellona, si sente il mare, dall’aereo lo
si vede, con le barche che dietro lasciano la scia come le lumache.

ho preso la metropolitana, è più facile del diciassette.

ho addosso un sentimento strano. come di qualcuno che esce da un paese
triste, vecchio, arrabbiato, logoro e con pochi spazi di democrazia che
si chiudono un giorno dopo l’altro e qui respira aria vera, di libertà,
di civiltà.

domani torno a casa. e vorrei tanto che casa fosse altrove.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

7 risposte a prime impressioni

  1. Alienor ha detto:

    Bellissima descrizione!
    Ma stai attenta agli scippatori…ho visto certi gioi sulla Rambla da un’crede’!
    Baci

  2. 4ngel0 ha detto:

    Sença contare che la sera ti puoi sfondare di tapas…

  3. Simona ha detto:

    bellissima decsrizione…ho fatto un salto di dieci miuti a Barcellona mentre leggevo il tuo post..un bacio!!

  4. Bianca-Hamburg ha detto:

    Anche io la prima volta a Barcellona ho pensato:”oddio, pare di essere a Napoli!”. Beh, la sensazione non era delle migliori ma sarà che la mia voglia di fuggire da Napoli era immane! :-)

  5. Gaja ha detto:

    Poi capita di andarci con un madrileno, e di vedere che quando lui parla in spagnolo fanno finta di non capire e gli rispondono in inglese, mentre a te, evidentemente straniera e che parli a spizzichi e bocconi, magicamente ti capiscono.
    E poi vedi che lui lo guardano male e lo trattano peggio, con un razzsismo dichiarato ed orgoglioso.
    E poi ti rendi conto dei metodi fasciti e violenti dei mossos d’esquadra.
    E poi cominci ad orecchiare un po’ di catalano e senti che Bossi da loro sarebbe un pivello.
    E ti rendi conto che l’aria vera di libertà e di civiltà, spesso è poco più di un qualcosa che luccica.

  6. Pier Luigi ha detto:

    Gaja ha ragione da vendere .Infatti non si può dare giudizi se non si vive solo che poco tempo in un luogo .Il paese triste è vecchio è così ,perchè i giovani si sono arresi e non hanno coraggio e ideali .La Spagna ed in particolare la Catalogna è proprio “poco più di qualcosa che luccica.La descrizione dei luoghi e direi degli odori è come sempre alla tua altezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...