notizie dal 17

il 17 rapito dagli alieni

immaginate che un’astronave aliena scelga di rapire il 17 in una chiara mattina di fine giugno per campionare i fiorentini.
il loro risultato sarebbe il seguente:
“i fiorentini sono una popolazione composta essenzialmente da cinesi e da vecchi.”

i vecchi sono incarogniti e guerriglieri mentre i cinesi sono rassegnati e cercano solo di sedersi sui posti liberi facendo incarognire ancora di più i vecchi.

i vecchi del 17 sono terribili. sono violenti innanzitutto e in una sorta di lotta tra poveri senza quartiere si litigano i posti liberi che non esistono.
ieri pomeriggio ho visto tre vecchi disputarsi il solito seggiolino.
i vecchi del diciassette montano da soli, al contrario dei cinesi che salgono in numero di centoventitrè per volta.
montano e puntano posti a sedere già occupati da massaie sudate, mamme con bimbi, studenti distratti dall’ipod.
io di solito scatto in piedi, detesto i vecchi del 17 ma voglio dimostrare di essere migliore di loro.
purtroppo il mio posto da solo non basta mai, perchè i vecchi salgono a ogni fermata, alla spicciolata ed è tutto un sedersi e un alzarsi, perchè dovunque ti giri ci sarà sempre uno stramaledettissimo vecchio del 17 in sovrannumero.
il vecchio del 17 non è poi così vecchio, alla fine. avrà circa settant’anni, se femmina settantacinque, è in pensione da trenta, ha l’alluce valgo se femmina, le gambe storte e i mocassini di trecciolini intrecciati se maschio.
odia tutti, il vecchio del 17. non ha fatto nulla tutto il giorno e si è annoiato, e così tutto gli dà fastidio.
questi stranieri che sono troppi, le buche nella strada che non sono mai aggiustate, la guida dell’autista, lo zaino del bimbo ciccione che mastica la focaccia a bocca aperta e che risulta poi esserne il nipote, il percorso nuovo del 17 “che non arriva mai” come se lui dovesse andare da qualche parte e i giovani d’oggi che non gli lasciano il posto sul bus.
io li odio i vecchi del 17.

chi è stato???

autobus delle 06.25, un po’ sonnecchio e un po’ guardo fuori. il libro in mano, poca voglia di leggerlo, mordecai richler sarà anche un genio ma a me tutto sto cinismo sta un pochino venendo a noia.
arrivo a firenze, mi preparo allo scatto per uscire perchè il bus ha qualche minuto di ritardo e temo di perdere il 17.
così mi avvio alla porta centrale e per tenermi agguanto il palo giallo, senza notare che il pispolo per “richiedere la fermata” è in rilievo e inavvertitamente lo premo.
dlin!
penso: “chi sarà il rincoglionito che suona alla fermata del capolinea?”

“chi ha suonato?” fa l’autista guardando nello specchietto e vedendo me in piedi come un salame.
“io no!” esclamo senza pensarci.
poi guardo la mia mano precisa sul pulsante.
“cioè, volevo dire, sì, sono stata io, però non volevo…”
gli altri occupanti del pullman mi guardano con solidale commiserazione, verosimilmente anche loro erano così il primo mese di pendolarismo mattiniero…

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

13 risposte a notizie dal 17

  1. biba ha detto:

    Noto con raccapriccio che la popolazione degli autobus è la stessa ovunque.
    Qui i cinesi sono in gran parte sostituiti da filippini, ma i vecchi, i vecchi…
    Soprattutto le vecchie settantenni o giù di lì sono tremende. Ma perché saranno così avvelenate con la vita e con il mondo?

  2. 4ngel0 ha detto:

    T’è andatha bene…sul 18 il suono del caNpanello fuori luogho è punito con pesantisssime pene chorporali…

  3. ADBlues ha detto:

    Più leggo dei “vecchi del 17” e più penso che questa cosa sia tipicamente fiorentina.
    Anche da me (pochi km di distanza, badate bene) la popolazione dei bus urbani è composta da vecchi ed immigrati assortiti (con aggiunte di studenti nelle ore topiche di ingresso ed uscita da scuola) ma mai mi sono imbattuto in questa genia di vecchi incattiviti e da combattimento…

    —Alex

  4. Roberto ha detto:

    Lucia, mi stai sempre più simpatica. Le uniche due volte che ho espresso delle riserve su Mordecai Richter sono stato sbranato dai miei amici che provano per lui una specie di venerazione…buona fortuna sul prossimo 17!

  5. Roberto ha detto:

    ovviamente…*richLer

  6. la 'ognata ha detto:

    I vecchi del 17 sono anche a Mosca, però in più c’hanno che puzzano di umido e ti guardano male… va be’, a Mosca tutti ti guardano male…

  7. crash ha detto:

    …questo è uno dei motivi per cui, se posso, evito i mezzi pubblici: non posso far finta di non vedere, di intervenire…

  8. stefafra ha detto:

    Oh sí, le vecchiette dell’autobus, piccolotte ma larghe e robuste(modello “rezdora” emiliana), quelle che in genere seppelliscono uno o due mariti in corso di esercizio e sono sopravvissute a tante vicessitudini.
    Pronte a camminarti sul ditone se non le lasci passare e allegramente spettegolanti e incuranti di far sapere a voce altissima i loro malanni e le loro lamentele sul mondo che “non é piú come una volta” a tutti.
    Soprattutto presenti sull’autobus che prendevo io per andare all’uni, faceva la spola tra 2 ospedali e ti beccavi tutte le storie tristi di come “il povero marito” era dipartito o comunque in via di dipartenza, e le telecronache di “tutto il prolasso minuto per minuto”.
    Di vecchietti maschi se ne vedevano pochini, forse i vecchi fiorentini sono piú resistenti, o non vengono stroncati dal colesterolo appena varcata la sessantina?

    Quassú invece gli autobus hanno una forte popolazione di “mammine con passeggino”, mammine locali spesso di stazza baleniera anche se giovanissime, con un paio di creaturine appiccicose e rumorose al seguito, una nel passeggino e l’altra scorrazzante attorno. Il passeggino é usato come mezzo d’assalto e ariete per farsi posto nel bus, carrello della spesa e succursale del salotto di casa, ne esce di tutto, dalle merendine appiccicose e patatine varie alle borsone da mamma e alle riviste. Alcuni autobus hanno adattamenti speciali per permettere la salita di piú passeggini… se possibile da evitare negli orari di entrata e fuscita da scuole e asili.
    Poi ci sono le “studentessecinesine”, tantissime cinesi, coreane, giapponesi e altre orientali venute qua a studiare, che la retta dell’uni non é troppo cara e ci si mandano le figliole femmine mentre i maschietti li mandano in posti piú prestigiosi, studentesse dal chiacchiericcio, risatina e smanazzamento di telefonino incessante ma educate e gentili.

  9. elena ha detto:

    la tratta che frequento abitualmente io passa anche dal locale cimitero, perciò l’autobus, oltre che da operai di tutte le etnie e badanti dei paesi dell’est, è popolato da vecchie vedove coriacee che vanno a trovare i loro defunti mariti e si piazzano davanti all’uscita 4 fermate prima del cimitero, non sia mai che non ce la facciano a scendere per tempo… e a me tocca sgomitare e calpestarle (e prendermi chissà quanti accidenti) perché la mia fermata è quella esattamente prima del cimitero! Per lo meno da noi non si litiga per il posto a sedere, piuttosto si litiga per il posto in piedi appiccicati all’uscita! ;-)

  10. biba ha detto:

    solo 4 fermate prima? Qui da appena salgono sono già davanti all’uscita (che si disputano con i ragazzini che dall’uscita ci salgono addirittura…)
    Eh, non ci sono più i bei vecchietti di una volta!

  11. lucia ha detto:

    vedo che i vecchi (ma soprattutto le vecchie, che essendo più longeve prendono il bus più a lungo) sono fonte di ispirazione per parecchi di noi! :)

  12. laperfidanera ha detto:

    Oddìo, mi manca una (piccola) manciata d’anni per essere una settantenne, per ora sto in piedi negli autobus italiani (qui no, c’è posto per tutti), spero di non diventare mai una di quelle vecchie d’assalto, che non son mai piaciute neppure a me.

  13. gipo ha detto:

    I vecchi…
    bisognerebbe ammazzarli da giovani…
    ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...